Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

L'INIZIATIVA: IL VIDEO

Tutela della salute dei cani, Cremona diventa modello nazionale

Presentato dal prefetto Vito Danilo Gagliardi il vademecum contro le esche avvelenate. Un unicum per il nostro Paese

Francesca Morandi

Email:

fmorandi@laprovinciacr.it

18 Novembre 2021 - 15:20

CREMONA - Si intitola "Linee guida al riconoscimento e contrasto del fenomeno Esche e bocconi avvelenati" il vademecum a tutela della salute dei cani, presentato questa mattina dal prefetto Vito Danilo Gagliardi. Un unicum per il nostro Paese, riconosciuto dal Ministero della Salute - dipartimento salute animali, con Cremona che diventa modello nazionale. Il vademecum ha lo scopo di fornire le principali informazioni sulle azioni da intraprendere per la gestione dei casi di avvelenamento di animali domestici o selvatici. "Occorre che sia chiaro - si legge nell'opuscolo - che ogni singolo attore (veterinario curante - veterinario Ats e Isz - forze dell'ordine - autorità - associazioni di volontariato) deve seguire, quando ci si trova di fronte a un caso di sospetto avvelenamento, quanto previsto dall'Ordinanza Ministeriale del 12 luglio 2019 e ss.mm. Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche e bocconi avvelenati". Nel vademecum vengono trattati argomenti quali:

  • Come sono fatti i bocconi avvelenati
  • Come sospettare un avvelenamento nel nostro animale: sintomi e terapie
  • Bocconi avvelenati: cosa possono contenere
  • Sospetto avvelenamento: cosa succede?
  • Uccisione e maltrattamento di animali: quale condanna è prevista dalla legge
  • Cosa rischia chi avvelena un cane
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400