Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LE PREMIAZIONI

A Rodini e Desalu il Collare d'Oro

Il prestigioso riconoscimento ai due campioni olimpionici cremonesi. Alla cerimonia del Coni presenti Malagò il presidente Draghi

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

20 Dicembre 2021 - 21:06

A Rodini e Desalu il Collare d'oro

Fausto Desalu e Valentina Rodini

ROMA - «Certe medaglie si appendono all’anima, più che alla giacca». Il 2021 dello sport tricolore è stato storico per risultati e magico per il seguito che ha creato ma la sua celebrazione, oggi all’Auditorium di Roma alla presenza del premier, Mario Draghi che ha ricordato quella frase di Bartali, è stata anche una promessa, quella di provare con tutte le forze, degli atleti, del sistema sportivo e del Paese, a replicarlo. E, su un altro fronte, quella di fare entrare lo sport nella Costituzione, sostenuta dal premier. Lo hanno confermato i tanti campioni olimpici, mondiali e continentali, e i loro tecnici, premiati con Collari e Palme d’oro al merito sportivo, emozionati e felici nel ritrovarsi tutti, o quasi, insieme - ben 53 i riconoscimenti consegnati dalla sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, e dai presidenti del Coni, e padrone di casa, Giovanni Malagò, e del Cip, Luca Pancalli, - a ricordare i trionfi ottenuti e ad auspicare i prossimi, in un cerimonia aperta nel segno della speranza alla notizia del ritorno a casa di Alex Zanardi, un anno e mezzo dopo l’incidente in handbike.

desalu

Fausto Desalu, Lorenzo Patta, Filippo Tortu e Marcell Jacobs premiati a Roma

rodini

Malagò, Cesarini, Rodini e Vezzali

Anche gli atleti Fausto Desalu e Valentina Rodini hanno ricevuto il Collare d'Oro. 

Malagò ha ricordato come l’Italia quest’anno è la seconda nazione al mondo per successi sportivi, dopo gli inarrivabili Stati Uniti, «un risultato storico» ma in vista di un 2022 «che si prospetta altrettanto importante», e ha anche previsto che «gli ori dell’atletica saranno regola e non più eccezione», con una «squadra giovane che ci fa molto sperare», riferendosi ai presenti olimpionici Marcell Jacobs, Fausto Desalu, Lorenzo Patta, Filippo Tortu, Antonella Palmisano, Massimo Stano e Gianmarco Tamberi.

«L'oro di Tokyo? Nella finale abbiamo cercato solo di spingere per arrivi prime, ma non ho grandi ricordi degli ultimi metri. Venivamo da un percorso particolare». Lo ha detto Federica Cesarini, vincitrice della medaglia d’oro olimpica a Tokyo 2020 nel canottaggio in coppia con Valentina Rodini,  che aggiunge: «L’emozione è ancora viva. Appena abbiamo tagliato il traguardo ho capito che ce l’avevamo fatta, ma effettivamente non era apparsa subito la scritta "winner"» conclude la campionessa cremonese.

OMAGGIO A GALEAZZI. Alla cerimonia di consegna dei Collari d’Oro l’omaggio a Giampiero Galeazzi. Il cameo al giornalista sportivo scomparso alcune settimane fa, è avvenuto in occasione della premiazione della coppia d’oro olimpica femminile Cesarini-Rodini. Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha detto: «Galeazzi era un grande amico, ha avuto il merito di aver consacrato questo sport, ma era andato anche oltre la singola disciplina rendendo popolari tanti sport. È stato un grande, è stato unico. Lo abbracciamo, sono sicuro che ci sta guardando e si sta divertendo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400