il network

Mercoledì 25 Novembre 2020

Altre notizie da questa sezione

Oggi...


VOLLEY, SERIE A1 FEMMINILE

Si svela Montibeller, la brasiliana che ama l'Italia

Casalmaggiore, la pallavolo prima odiata e poi amata, Ze Roberto, il Brasile e i social: 'Sono sempre stata legata a questo Paese, sono single e cerco ancora l’anima gemella'

Si svela Montibeller, la brasiliana che ama l'Italia

CASALMAGGIORE (11 novembre 2020) - La pallavolo può essere amore a prima vista od obbligo mal digerito che si trasforma in passione allo stato puro. Si fatica a credere però che per Rosamaria Montibeller, opposto della Èpiù Casalmaggiore, sia nata come il rimedio a qualche chilo di troppo che la appesantiva da bambina e che i genitori hanno cercato di correggere con l’attività sportiva.

Ci spieghi meglio.
«È iniziata proprio così, all’età di otto anni – commenta la brasiliana di Nova Trento, cittadina brasiliana con poco più di dodicimila abitanti con forti radici italiane – nella squadra del mio paese, seguendo mia sorella Ana Paula che militava nella prima squadra. All’inizio non mi piaceva per niente, mi sentivo obbligata e piangevo ogni volta che i miei genitori mi accompagnavano ad allenamento. Solo crescendo mi sono appassionata e vedendo che avevo anche discrete qualità, sono riuscita ad apprezzare la bellezza di questo sport sino ad innamorarmene. E’ stato fondamentale per me il supporto dell’allenatrice e proprietaria del primo club, Vandeca (al secolo Vandelina Tomasoni Ribeiro, anche qui c’è molta Italia, ndr) che mi ha cambiato ruolo, ha creduto in me e mi ha formato tecnicamente, così come Carina, altra donna, tecnico delle rappresentative in età più avanzata. Prima dell’approdo in Italia poi non posso non citare Ze Roberto ct della nazionale brasiliana dal quale ho avuto l’onore di essere allenata nella squadra del Campinas oltre che in nazionale».

Anche nella pallavolo l’occhio vuole la sua parte e lei è molto seguita sui social, si potrebbe dire che è una influencer (221mila followers). Merito anche dei post che la ritraggono come una fotomodella. Com’è nata questa idea? «In realtà non è stata studiata a tavolino. Semplicemente in Brasile la pallavolo è molto seguita e gli appassionati sono molto curiosi e attivi. Il lavoro è molto rispettato e per questo le atlete brasiliane hanno molti followers sui propri social network. A me fa solo piacere perchè amo avere il contatto diretto con i miei fans, poter rispondere ai messaggi e, magari, essere anche d’ispirazione per alcuni di loro. Sono contenta che apprezzino i miei contenuti, magari anche quelli non proprio strettamente pallavolistici».

Lei si è mostrata in tutto il suo splendore, avrà anche rubato qualche cuore. Ma il suo cuore è occupato o cerca l’anima gemella? «No, non sono fidanzata ma adesso, per me, non è quella la priorità. Certo, nella vita, e specialmente nell’amore, non si può dire, spesso capita tutto all’improvviso e per caso. Ma ora sono concentrata sul lavoro che devo fare con la mia squadra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

11 Novembre 2020