il network

Sabato 31 Ottobre 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY A FEMMINILE

Troppo facile per Chieri, brutto ko interno per E'più (0-3)

Le ragazze di coach Parisi non reagiscono alla sconfitta di Scandicci e vengono imbrigliate dalla formazione piemontese, combattuto solo il secondo set ( 17-25, 24-26, 19-25)

Troppo facile per Chieri, brutto ko interno per E'più (0-3)

Un attacco della E'più Casalmaggiore

CREMONA (18 ottobre 2020) - Casalmaggiore non si rialza dopo il ko maturato a Scandicci ed anzi sprofonda in casa contro la modesta Chieri mettendo in campo una delle peggiori prestazioni degli ultimi tempi ed incassando un sonoro 3-0 da una formazione che, sulla carta, è partita con ambizioni decisamente inferiori. A rendere ancora più amara la situazione l'infortunio patito da Laura Melandri nel finale di secondo set (problema al ginocchio) che rischia di togliere a coach Parisi una pedina fondamentale del proprio sestetto. L'unica buona notizia è che le rosa osserveranno il turno di riposo nella prossima giornata e torneranno in campo solo tra dieci giorni, il 28 a Novara contro l'Igor dell'ex Bosetti. 

STARTING SIX

E'più Casalmaggiore: Marinho, Partenio, Melandri, Montibeller, Vasileva, Stufi, Sirressi (L).

Reale Mutua Fenera Chieri: Bosio, Perinelli, Mazzaro, Grobelna, Villani, Zambelli, De Bortoli (L).

1 set - avvio traumatico per Casalmaggiore che non esce mai dal muro-difesa di Chieri e, di contro, fatica terribilmente a mettere palla terra (1 attacco vincente sui primi tre punti rosa). Le ospiti non approfittano fino in fondo della situazione e con gli errori tengono in scia la èpiù, brava a mettere un po' di pressione al servizio ed agganciare sull'8-8. Le pessime sensazioni non vengono meno però, perché Grobelna fa quel che vuole mentre le rosa non riescono ad ingranare e finiscono da Parisi sull'8-11. In campo si vede davvero uno spettacolo poco piacevole e se Chieri non ha preso definitivamente il largo è perché le ragazze di Bregoli commettono un'infinità di errori. Montibeller e Sirressi sono le uniche a guadagnarsi la pagnotta mentre Parisi le prova tutte cambiando la diagonale di palleggio (per tenere l'attacco a tre in prima linea) ed inserendo Bajema per Partenio sul 14-21. Cambia poco, Villani mette fine al peggior set della stagione di Casalmaggiore sul 17-25.

NUMERI: attacco: 27%-48%; errori: 2-6; muri: 1-5.

2 set - il leit motiv non cambia di molto ma almeno ora la èpiù ci mette il muro e per Chieri l'affare si complica tanto che sull'errore di Grobelna Casalmaggiore guadagna il primo vantaggio del match sul 9-8. Qualche errore di troppo rischia di vanificare un paio di buone cose fatte vedere dalle padrone di casa, ma il ruggito di Melandri a muro su Grobelna riporta le rosa avanti sul 15-14 dopo un doppio block-in della centrale brianzola. La partita diventa un corpo a corpo senza esclusione di colpi con Casalmaggiore che si aggrappa alla vena di Sirressi, davvero onnipresente, mentre Chieri vede sempre respinto al mittente ogni tentativo di fuga. Le padrone di casa, dopo tanto rincorrere, rimettono il naso avanti sul 22-21 ma Stufi e socie non riescono a mantenere il vantaggio, perdono Melandri nel finale di set e finiscono al tappeto sul 24-26.

NUMERI: muri: 4-0; attacco: 48%-50%; Perinelli, 9 punti (81%).

3 set - Ciarrocchi prende il posto di Melandri, infortunatasi al ginocchio, mentre Chieri prende subito possesso dell'inerzia e costringe Casalmaggiore all'angolo da subito (3-6). Le padrone di casa provano a non mollare ma se per Casalmaggiore metter palla a terra è un calvario, al contrario Chieri viaggia in cambio palla senza particolari problemi. L'ingresso di Bajema per Partenio è, di fatto, la mossa della resa di coach Parisi che ferma i giochi sull'11-17 senza particolare convinzione, quasi rassegnato al risultato pesante che sta maturando. Il divario assume proporzioni ancor più deprimenti con Casalmaggiore ormai alla deriva e Chieri brava a guadagnarsi i tre punti imponendo la propria quadratura al palaRadi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Ottobre 2020