il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


VOLLEY, SERIE A1 FEMMINILE

Conegliano troppo forte, la E' Più Pomì battuta 3-0

La squadra di Gaspari poco combattiva

Imoco Conegliano - E' più Pomì Casalmaggiore (Palaverde di Villorba alle 17)

Villorba - Dura poco più di un'ora la speranza della E'Più Pomì Casalmaggiore di uscire dal PalaVerde di Villorba con un risultato diverso dal 3-0 (25-21, 25-16, 25-18) imposto da Conegliano alle tre precedenti avversarie. Troppo forte la formazione di coach Daniele Santarelli, che pur tenendo a riposo Wolosz trova un'ottima Giulia Gennari, troppo poco combattiva quella di Marco Gaspari, parsa intimorita e poco compatta nei momenti di difficoltà per provare ad impensierire un avversario contro il quale sarebbe servita una prestazione di tutt'altro tenore, tecnico ed emotivo.

STARTING SIX
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Gennari, Geerties, Folie, Egonu, Sylla, De Kruijf, De Gennaro (L).
E'PIU' POMI' CASALMAGGIORE: Antonijevic, C. Bosetti, Popovic, Cuttino, Carcaces, Stufi, Spirito (L).

1 set - Conegliano rinuncia a Wolosz per Gennari ma l'avvio non fa patire l'assenza della palleggiatrice polacca alle venete che anzi con i muri e le battute della sua sostituta scavano immediatamente il primo solco. Gaspari ferma i giochi sull'8-4 che vede una E'Più Pomì poco reattiva incassare la supremazia avversaria senza opposizione. Conegliano sembra non pigiare nemmeno sull'acceleratore controllando l'andamento del match sino al 12-8 di Egonu ma bastano tre difese mostruose di Antonijevic proprio sull'opposta azzurra per rianimare la E'Più Pomì che con Bosetti capitalizza in contrattacco per il 12-12. La palla del contrattacco potrebbe consegnare alle ospiti il primo vantaggio ed invece apre il break locale con Conegliano che mette bene le mani a muro, limita il gioco al centro e scappa di nuovo per il 20-16 del time out Gaspari. Ancora una volta il rientro dalla sospensione arride a Casalmaggiore (22-20) e costringe Santarelli alla replica ma è un fuoco di paglia perché Conegliano non trema e chiude.

2 set - avvio equilibrato con le rosa che riducono gli errori e contengono bene Conegliano che fatica a dar velocità al proprio gioco e resta a portata sul 7-7 prima che il turno al servizio di Popovic mini le certezze venete e spinga Casalmaggiore sul 7-10 del time out Santarelli. Potrebbe essere l'iniezione di fiducia utile a tentare l'impresa ed invece la E'Più Pomì cala l'attenzione in correlazione muro-difesa, ci mette qualche errore di troppo ed ecco che Conegliano, spietata, non perdona, aprendo un break infinito (8-2) che costringe Gaspari a due sospensioni sino al 15-12 veneto. il black out di Casalmaggiore è completo e nonostante Gaspari tenti ogni via inserendo Scuka per Cuttino e Camera per Antonijevic ma l'Imoco è troppo lanciata e Casalmaggiore, al contrario, troppo piantata per sovvertire un andamento traumatico che porta le padrone di casa ad allungare il parziale sino al 25-16 finale.

3 set - Conegliano apre il set con il 3-0 che potrebbe affossare definitivamente Casalmaggiore, rientrata con Scuka per Carcaces, ma la E'Più Pomì è brava a non perdersi d'animo e grazie al servizio di Stufi ed alle buone soluzioni di Scuka si riporta subito a contatto (5-6) prima che sull'11-9 Gaspari tenti di fermare l'emorragia. L'inerzia però è tutta nelle mani di Conegliano con Gaspari che cambia in campo Camera-Vukasovic per Antonijevic-Cuttino come extrema ratio senza che la mossa paghi dividendi. Le rosa si spingono sul 17-15 e sul 20-18, più per errori delle padrone di casa che per meriti propri, ma sprofondano nell'ennesimo burrone e finiscono al tappeto sul 25-18.

27 Ottobre 2019