il network

Martedì 18 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY SERIE A1

Lardini Filottrano - E' Più Pomì Casalmaggiore 0-3 (18-25,17-25, 20-25)

Tutto facile per l'E' Più Pomì, vittoria rigenerante su Filottrano

Lardini Filottrano - E' Più Pomì Casalmaggiore (ore 20.30)

OSIMO - Una sana boccata d'ossigeno rianima la E' Più Pomì Casalmaggiore dopo la lunga apnea di inizio anno restituendo ad Arrighetti e socie la gioia da tre punti che mancava dal 26 dicembre. Una partita, quella vinta agilmente per 3-0 ad Osimo contro Filottrano, che non può essere attendibile circa lo stato di salute delle rosa ma che frutta tre punti ovvero l'unica cosa che conta in questo momento. Certo Filottrano, già terzultima, ha dovuto rinunciare anche a Cardullo dopo essere rimasta orfana di Di Iulio (e priva di Partenio, tesserata ma non ancora disponibile) riducendosi di fatto a otto effettive, aprendo le porte del PalaBandinelli alle scorribande della E' Più Pomì ma in questo momento non si può sottilizzare, serviva una vittoria ed è arrivata. Giovedì alle 12.15 conferenza stampa in Baslenga per lumeggiare le novità del mercato rosa (con Skorupa in testa).

STARTING SIX

Lardini Filottrano: Tominaga, Baggi, Cogliandro, Whitney, Vasilantonaki, Garzaro, Rumori (L).

E' Più Pomì Casalmaggiore: Pincerato, Marcon, Arrighetti, Cuttino, Carcaces, Kakolewska, Spirito (L).

1 set - Partenio non è ancora disponibile mentre Paola Cardullo alza bandiera bianca costringendo coach Schiavo ad una formazione obbligata con Brcic unico cambio disponibile; Gaspari conferma le sensazioni della vigilia rinunciando ancora a Bosetti (problemi al ginocchio) in virtù di Marcon e confermando dunque il sestetto visto a Cuneo. 5 errori sui primi 8 punti del match rendono l'idea dell'avvio contratto delle due squadre con l'E' Più Pomì comunque più pimpante per il 4-8. Le padrone di casa faticano a tenere il cambio palla di Casalmaggiore e perseverano nell'errore lasciando alle ospiti il comodo vantaggio sul 9-13. Il gioco di Casalmaggiore resta rivedibile e quando Filottrano smette di sbagliare azzeccando due buone aperture su Vasilantonaki ecco che il margine si riduce e sul 13-15 Gaspari ferma i giochi. Alle rosa basta uno strappo minimo, un break, per riprendere un margine congruo e volare sulle ali del cambio palla sino a fine set sul 18-25 con i muri di Kakolewska ed il colpo letale di Gray.

2 set - l'errore resta l'ago della bilancia di un set povero sul piano tecnico-tattico e se i due consecutivi di Baggi consentono alla E' Più Pomì il recupero, altrettanti ne commettono le rosa per tenere in equilibrio il secondo set sino all'8-8. Il set diventa quasi una gara a chi fa peggio con Filottrano che sfrutta il passaggio a vuoto della E' Più Pomì (2 errori) per andare avanti (12-10) ma poi rende l'omaggio alle ospiti con tre errori quasi consecutivi che girano l'inerzia sul 12-14 del time out Schiavo. Nessuna delle due squadre prende con decisione le redini del set, abbandonato al proprio destino da due squadre che poco fanno per vincerlo e sembrano cercare di fare meno peggio per non perderlo. Le rosa rompono gli indugi con l'8-1 di parziale che chiude il set salendo di giri nel momento più importante.

3 set - Filottrano prova a spremere le energie residue per non alzare bandiera bianca e impone alla Pomì una rincorsa lunga metà set. Le rosa, ancora in difficoltà quando si tratta di imporre gioco e ritmo all'avversario, riescono faticosamente a tornare a contatto, ma quando la tranquillità del punteggio le assiste ecco che inseriscono la marcia superiore e lasciano sul posto Filottrano. Le ospiti prendono l'ascensore sul 12-16 che chiude di fatto il match e non si voltano più. Le rosa sbandano solo nel finale, richiamate all'ordine da Gaspari sul 19-22, ma chiudono sul 20-25 grazie a Kakolewska.

30 Gennaio 2019