Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CULTURA E SPETTACOLO

L'Italia di oggi (e domani) raccontata da 'Quello che non ho' al Ponchielli

Francesca Zoppi 3^AL

Email:

mteschi@laprovinciacr.it

22 Febbraio 2017 - 17:16

L'Italia di oggi (e domani) raccontata da 'Quello che non ho' al Ponchielli

Neri Marcorè, protagonista dello spettacolo

'Quello che non ho' -canta De Andrè- 'è una camicia bianca'.

Il sipario si apre e lo spettacolo ha inizio sulle note del cantautore. Voci meravigliose e accordi di chitarra scaldano l'ambiente e gli spettatori ricambiano con numerosi applausi. Saranno proprio i testi di Fabrizio De Andrè che, con gli interventi di Neri Marcorè, serviranno a illustrarci i temi fondamentali di un presente travagliato e di un'ansia, se così si può definire, del futuro che sta per arrivare. Attraverso i pensieri di Pier Paolo Pasolini, tali problemi sono descritti da Marcorè attraverso una chiave di lettura ironica che scaturisce le risate da parte del pubblico. Le storie sono quelle di sfruttamento umano e ambientale, guerra, illegalità, ribellione, esclusione, senza contare quelle di politica ed economia. L'Italia è considerata luogo di pregiudizi, di razzia e superficialità: valori presenti nell'uomo comune del mondo. Un mondo che Pasolini definisce "nuova orrenda preistoria". L'obbiettivo è infatti quello di suscitare stimoli di riflessione, punti interrogativi, pensieri nella mente degli ascoltatori su quelle che sono tematiche spesso sottovalutate, ma assolutamente attuali. Anche le emozioni sono destinate a giungere nel cuore dei destinatari e ad esse ci pensa una scenografia assolutamente semplice ma piena di passione che unisce i cantanti e i chitarristi Giua, Pietro Guarracino, Vieri Sturlini. Con essi termina lo spettacolo ed il pubblico è ricco di sentimenti, parole, canzoni e pensieri.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400