il network

Mercoledì 24 Luglio 2019

Altre notizie da questa sezione


Casalmaggiore (Motta San Fermo)

Dalla terapia intensiva alla neurologia, migliora il 48enne caduto con il paramotore

L'uomo, giunto dal Varesotto, è stato sorpreso da una turbolenza. Dopo lo schianto a terra di domenica, è ricoverato all'ospedale Maggiore di Cremona

Dalla terapia intensiva alla neurologia, migliora il 48enne caduto con il paramotore

Un 48enne è caduto con il paramotore per una turbolenza

CASALMAGGIORE (Motta San Fermo) — Non è in pericolo di vita il 48enne caduto poco dopo mezzogiorno di domenica con il suo paramotore a Motta San Fermo, frazione di Casalmaggiore. L'uomo, secondo quanto riferito dall'ufficio stampa dell'Azienda Istituti Ospitalieri, dalla terapia intensiva dovrebbe essere trasferito nell'arco della giornata di lunedì nel reparto di Neurologia. Le generalità del 48enne non sono state rese note. Si sa, però, che è arrivato a Casalmaggiore dalla provincia di Varese.

La cronaca di domenica. La bellissima giornata di sole di domenica 9 marzo è finita in malo modo per un 48enne appassionato di volo con il paramotore. L’uomo, di cui non si conoscono le generalità, a causa di una turbolenza si è schiantato al suolo intorno alle 12 e 15, nella zona di Motta San Fermo, frazione di Casalmaggiore. Scattato l’allarme, sul posto si sono recate d’urgenza l’autoambulanza della Padana Soccorso e l’auto medica dell’ospedale Oglio Po di Casalmaggiore. I sanitari hanno prestato i primi soccorsi sul posto al 48enne, che a quanto risulta è rimasto sempre cosciente ed è stato trasportato con codice rosso all’ospedale Maggiore di Cremona, visto il quadro clinico piuttosto serio, tra fratture e contusioni. L’uomo non risulta comunque in imminente pericolo di vita, ma è tenuto strettamente sotto osservazione da parte del personale sanitario del Maggiore. 

Leggi di più sul giornale in edicola lunedì 10 marzo

10 Marzo 2014