il network

Domenica 15 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


Convegno a Casalmaggiore

'TiBre ferroviario, ci pensi Renzi'

L'opera è ferma, "ma il Governo può sbloccarla". Confermata la maggiore convenienza della soluzione-Piadena rispetto a quella per Suzzara

'TiBre ferroviario, ci pensi Renzi'

In piedi al tavolo Pier Gino Scardigli, presidente della Ti.Bre srl (foto Osti)

CASALMAGGIORE — L’impegno a costituire un tavolo tecnico-istituzionale, a presentare una mozione in Parlamento e a organizzare un nuovo simposio, a Roma. Queste le conclusioni, riassunte dall’onorevole Martina Nardi della commissione Trasporti della Camera, cui è giunto il convegno organizzato ieri mattina in sala consiliare, tra le 10 e le 13, dai comitati e dalle associazioni ambientaliste, con il patrocinio del Comune di Casalmaggiore, sul tema ‘In Europa con il TiBre Ferroviario’. Obbiettivo: rilanciare l’infrastruttura. Importante per la ‘causa’ il fatto che fosse presente all’incontro il neo sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento e alle Riforme Luciano Pizzetti, componente del Governo guidata da Matteo Renzi.

Nel convegno è emerso che secondo lo studio Eidos il tracciato Parma-Casalmaggiore-Piadena-Mantova-Verona è più conveniente di quello Parma-Suzzara-Poggio Rusco-Mantova: Costa 80 milioni di euro contro 700, è tutto su linea RFI mentre l’altro è per metà su linea FER (della Regione Emilia Romagna), è più corto di 24,7 chilometri. Nel dibattito è emerso che sia la Regione Emilia Romagna che i mantovani faranno di tutto perché, comunque, la linea per Suzzara non venga dismessa.

Leggi di più su La Provincia in edicola domenica 2 marzo

02 Marzo 2014