il network

Mercoledì 13 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Lutto in Diocesi

Scandolara e Casteldidone piangono don Palmiro Ghidetti

Da anni era ospite della Fondazione 'Elisabetta Germani' di Cingia de' Botti. I funerali lunedì alle 10 presieduti dal vescovo

Scandolara e Casteldidone piangono don Palmiro Ghidetti

don Palmiro Ghidetti

Da anni era ospite della Fondazione Elisabetta Germani di Cingia de' Botti. Don Palmiro Ghidetti, per ben 30 anni parroco di Casteldidone, prima di lasciare il servizio attivo come pastore, è scomparso venerdì pomeriggio all'età di 87 anni.

Originario di Scandolara Ravara, era nato il 12 aprile 1926. Fu ordinato sacerdote il 24 giugno 1951 diventando vicario di Robecco d’Oglio subito dopo. Le tappe successive furono nel 1953, quando don Palmiro fu nominato vicario a Rivarolo Mantovano, nel 1962, parroco di Fossacaprara, frazione di Casalmaggiore, e nel 1972, parroco di Casteldidone. Dal 21 settembre 2002, all'età di 76 anni, don Palmiro andò in pensione. A lui subentrò don Alfredo Valsecchi.

Don Palmiro, oltre ad aver seguito la vocazione sacerdotale, ha coltivato gli interessi di storia locale pubblicando diversi testi, ad esempio su Rivarolo Mantovano, sulla chiesa di Casteldidone, su Scandolara Ravara, su Gaetano Zanotti e don Emilio Mazzani. Va inoltre ricordato il suo impegno come docente di educazione musicale (a Rivarolo Mantovano) e di religione oltre che l’interesse per la vita civile delle comunità in cui ha operato. 

Le esequie, presiedute dal vescovo Dante Lafranconi, si terranno lunedì 3 marzo, alle ore 10, a Scandolara Ravara, suo paese natale. La camera ardente sarà allestita nella casa dei familiari a Scandolara, in via Marconi 170, a partire dalle ore 18 di sabato 1° marzo, dove domenica alle 18 la comunità si ritroverà per la recita del Rosario. La salma sarà tumulata nel cimitero locale.

01 Marzo 2014