il network

Giovedì 20 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


Piadena

Sorprende i ladri in casa, nella fuga gli tagliano la felpa

Vittima un 48enne piadenese che si trovava nella sua abitazione perché ammalato. Nessuna conseguenza fisica per lui, salvo un grande spavento

Sorprende i ladri in casa, nella fuga gli tagliano la felpa

Il taglio nel pigiama

 

PIADENA — Mentre è a casa da solo, ammalato, gli entrano i ladri in casa, lui reagisce e nella concitazioneloro lo colpiscono con un coltello, per fortuna in modo superficiale. Vittima dell’aggressione Simone Dall’Asta, 48 anni, residente in via , nella zona ex Astor. Tutto si è svolto in pochi secondi, racconta, ancora molto spaventato per l’accaduto, Dall’Asta: «Questa mattina (ieri, nda) mi sono svegliato con la febbre a 39,2 e sono rimasto a casa, perché non mi reggevo quasi in piedi. Prima che mia moglie andasse al lavoro, le ho chiesto di aprire le finestre per avere un po’ di luce. Non ho inserito l’allarme, perché stavo aspettando il medico. Ho parlato con mia mamma, che fra l’altro mi ha raccontato di come, tra domenica e lunedì, i ladri abbiano tentato di entrare in una casa a poca distanza da qui, e poi sono andato in bagno». E’ stato a quel punto che è successo tutto: «Ad un certo punto sento un ‘pum!’, un rumore forte e secco. Cosa succede? E subito un altro colpo, stavolta con rumore di vetri rotti. Ho capito che erano entrati i ladri. Sono uscito dal bagno e sono corso nella camera da letto prendendo una mazza da baseball, ma ero completamente terrorizzato, non mi vergogno a dirlo. Faccio qualche passo verso il mio studio e vedo un individuo basso, che si alza il bavero del maglione, di un verde militare, e con indosso un cappellino da baseball scuro. Aveva indosso anche dei guanti marroni. Appena mi vede dice ‘via, via!’ Sembrava avere una carnagione chiara, forse solo un po’ abbronzata, i capelli scuri. Poi è scappato fuori dallo studio, che dà sul giardino verso la ferrovia». 
Da lì i malviventi erano entrati. Perché erano in due: «Ce n’era un altro nell’ex garage
PIADENA — Mentre è a casa da solo, ammalato, gli entrano due ladri in casa, lui reagisce e nella concitazione uno di loro lo colpisce di striscio con un coltello. Nessuna conseguenza fisica, per fortuna, solo un grande spavento. 

Vittima dello sconcertante episodio, avvenuto tra le 10 e 35 e le 11 di mercoledì, Simone Dall’Asta, 48 anni, residente in via Verdi, nella zona ex Astor. Tutto si è svolto in pochi secondi, racconta, ancora molto spaventato per l’accaduto, Dall’Asta: «Questa mattina (mercoledì, nda) mi sono svegliato con la febbre a 39,2 e sono rimasto a casa, perché non mi reggevo quasi in piedi. Ad un certo punto sono andato in bagno». E’ stato a quel punto che è successo tutto: «Sento un ‘pum!’, un rumore forte e secco. Cosa succede? E subito un altro colpo, stavolta con rumore di vetri rotti. Ho capito che erano entrati i ladri. Sono uscito dal bagno e sono corso nella camera da letto prendendo una mazza da baseball, ma ero terrorizzato, non mi vergogno a dirlo. Ho fatto qualche passo verso il mio studio e e ho visto un individuo basso, che si alza il bavero del maglione, di un verde militare, e con indosso un cappellino da baseball scuro". Evidentemente i furfanti pensavano non ci fosse in casa nessuno.

L'individuo dice 'via, via!' e scappa dalla finestra dello studio, che dà sulla ferrovia. "Mi giro e vedo che nell'ex garage ce n'era un altro", continua Dall'Asta. "Mi è venuto incontro dandomi una manata e poi è scappato. E' stato mio papà ad accorgersi che avevo un taglio sulla felpa, sotto il cuore. Il taglio era anche sotto il pigiama e sulla pelle ho visto poi una escoriazione. Nella concitazione quel tizio mi ha colpito, per fortuna senza conseguenze".

Sul posto sono arrivati i carabinieri di Piadena e del nucleo operativo di Casalmaggiore. 

Leggi di più su La Provincia in edicola giovedì 27 febbraio

26 Febbraio 2014

Commenti all'articolo

  • They

    2014/02/27 - 07:07

    Ma com'è possibile che i nostri governanti non capiscano che la gente non vuole più questi delinquenti ?!?!

    Rispondi