il network

Mercoledì 13 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Casalmaggiore/Cremona - I predoni del Grande Fiume

Furti lungo il Po, motori rinvenuti ad Arcore

Operazione congiunta condotta dalla questura di Rovigo e dalla Compagnia dei carabinieri di Adria

Furti lungo il Po, motori rinvenuti ad Arcore

In queste ore, tra Casalmaggiore e Cremona, si è riaccesa la speranza di ritrovare qualche motore da barca e attrezzature asportate nei mesi scorsi durante le scorribande dei ‘pirati del Po’. 

Grazie infatti ad un’operazione congiunta condotta dalla questura di Rovigo e dalla Compagnia dei carabinieri di Adria sono stati recuperati motori di incerta provenienza che potrebbero essere frutto di furti avvenuti lungo il grande fiume. Il rinvenimento dei motori in questione è avvenuto ad Arcore (Monza Brianza) in Lombardia (all’interno di un furgone rubato), regione che già un paio di anni fa fu teatro dell’arresto di cinque moldavi accusati di essere i responsabili della sparizione di numerosi fuoribordo. 

Oltre al materiale di cui non si conosce la provenienza esatta, nel corso dell’intervento sono stati trovati anche otto motori marini fuoribordo nuovi (di marca Suzuki, Honda e Mercruiser) rubati dall’azienda ‘Nautica Polesana’ di Rosolina (Rovigo). Anche in questo caso i carabinieri hanno il sospetto che a mettere in atto il blitz siano malviventi provenienti dall’est Europa, estremamente organizzati anche per quanto riguarda la vendita (o l’esportazione dei motori) e non si escludono importanti sviluppi nelle indagini che possano far emergere altra refurtiva. 

01 Febbraio 2014