il network

Mercoledì 13 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Casalmaggiore

L'Auser perde il Doblò, emergenza trasporti

La società che l'aveva concesso non paga più l'assicurazione: l'associazione in difficoltà

L'Auser perde il Doblò, emergenza trasporti

La consegna del Doblò a ottobre 2008

CASALMAGGIORE — «Siamo rimasti senza uno dei due mezzi per i nostri servizi di trasporto rivolti agli anziani». Lucio Vangi, presidente dell’Auser, è costernato. 

Il Fiat Doblò che venne concesso (era il 2008) in comodato gratuito all’associazione da una società — il finanziamento del progetto avveniva grazie alla possibilità data agli imprenditori di affittare superfici sulla carrozzeria con la propria sponsorizzazione —  è infatti fermo dal 9 dicembre scorso. «Una prima società purtroppo è fallita; ne è subentrata una seconda — spiega Vangi — che però, evidentemente pure in difficoltà, dal 9 dicembre non ha più pagato l’assicurazione del mezzo». In teoria, l’associazione non avrebbe dovuto sostenere costi o spese nè per l’acquisto nè per il mantenimento o la manutenzione della vettura — dotata di elevatore omologato a norma di legge per il trasporto di sedie a rotelle — ma a un certo punto tutto è finito. 

«Per far fronte ai nostri servizi ci è rimasta la vecchia Fiat Punto, che non è attrezzata per le carrozzine. Per portare gli anziani in zona (per le visite o gli esami all’ospedale Oglio Po ad esempio) ci arrangiamo, ma a chi ci chiede di essere accompagnato, al mattino, a passare delle visite specialistiche a Cremona, Parma o Mantova siamo costretti a dire di no». Della questione si sta occupando anche il Comune.

«L’assessore ai Servizi sociali Pierluigi Pasotto sta verificando la possibilità di acquistare il Doblò». La spesa da affrontare, però, di questi tempi, non è indifferente neppure per un Comune come Casalmaggiore: «L’auto — aggiunge Vangi — è stata valutata sui 5mila euro, l’elevatore sui 2mila-2mila e 500 euro». Ci fosse un benefattore...

27 Gennaio 2014