il network

Sabato 07 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


VIADANA

Rissa alla fermata del bus: denunciati due casalesi

Il tafferuglio in piazzale Libertà, nei guai un 21enne e un 19enne pregiudicati. Uno di loro aveva appena scontato una condanna agli arresti domiciliari

Rissa alla fermata del bus: denunciati due casalesi

Uno scorcio di piazzale Libertà a Viadana

VIADANA - Due ragazzi di Casalmaggiore, di 19 e 21 anni, sono stati denunciati mercoledì pomeriggio a seguito di una rissa scoppiata in piazzale Libertà a Viadana, nei pressi della fermata dei bus. Il tafferuglio è scoppiato attorno alle 13.30 quando il piazzale era pieno di studenti che attendevano i pullman per il ritorno a casa. Ad un certo punto è scoppiata una violenta rissa, talmente violenta che qualcuno ha chiamato il 112. I carabinieri erano però impossibilitati ad intervenire e così sul posto si è portata una pattuglia della Polizia locale. All'inizio è stato difficile risalire agli autori delle violenze ma, grazie alla testimonianza di un carabiniere in congedo, sono stati individuati i presunti autori: sono un 19enne e 21enne di Casalmaggiore, pregiudicati e già noti alle forze dell'ordine. Uno di loro aveva appena scontato una condanna agli arresti domiciliari. I ragazzi sono stati portati al comando dei vigili e, vista la poca collaborazione, sono stati trasferiti nella caserma dei carabinieri di Viadana dove sono stati sottoposti a perquisizione e denunciati per rissa. Secondo una prima ipotesi non si tratterebbe di una rissa scoppiata per caso ma di una spedizione punitiva verso qualcuno. Le indagini proseguono per far luce sull'esatta dinamica dell'episodio anche a fronte del ritrovamento di un tirapugni nei pressi di piazzale Libertà. 

23 Gennaio 2014