il network

Martedì 17 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


Casalmaggiore

Undicesimo furto dal veterinario Antonio Donzelli

Ambulatorio rovistato: spariti 300 euro e il computer con le cartelle cliniche. Il professionista esasperato: "Non c'è sicurezza"

Undicesimo furto dal veterinario Antonio Donzelli

Il veterinario Antonio Donzelli e la finestra da cui è entrato il ladro

CASALMAGGIORE — L’ambulatorio del veterinario Antonio Donzelli, ubicato in via Pozzi 10 all’angolo con vicolo Centauro, ha subìto la sgradita visita dei ladri nella notte tra martedì e mercoledì. I malviventi sono entrati nei locali passando da una finestra posta proprio nel vicolo adiacente: hanno allargato le sbarre di una prima inferriata di alluminio, hanno segato poi una sbarra della seconda griglia in ferro, hanno rotto il vetro dell’infisso riuscendo così ad aprire la finestra manovrando la maniglia. Lo spazio tra le sbarre è talmente esiguo che sembra quasi incredibile che una persona sia riuscita a passarvi in mezzo: o si trattava di un bambino oppure di una persona estremamente minuta.

Una volta all’interno, il ladro ha rovistato ingresso, ufficio, ambulatorio, bagno e sala operatoria prelevando da un cassetto circa 300 euro, compresa tutta la moneta. Il vero danno però è rappresentato dalla sparizione del computer portatile Asus. 

Il professionista è tra l’esasperato e l’indignato: «Al di là del valore in sè (stimabile in circa 200 euro, ndr) il pc conteneva tutte le cartelle cliniche con relativi dati sensibili, protocolli terapeutici, moduli Asl per gli avvelenamenti, le sterilizzazioni, l’anagrafe canina e, soprattutto, tutta la contabilità. Dovrò rifare le schede di quasi duemila clienti partendo da zero». 

Donzelli è stato derubato già undici volte in passato: furti in ambulatorio (due a Casalmaggiore e un tentativo a vuoto in quello di Parma), a casa (nel 2007), tre biciclette sparite e un’auto volatilizzata.

Leggi di più su La Provincia in edicola giovedì 23 gennaio

23 Gennaio 2014