il network

Giovedì 14 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Viadana (San Matteo delle Chiaviche)

"Grazie Giancarlo per la tua semplicità"

Intensa partecipazione ai funerali del 78enne morto mercoledì sera in un incidente stradale a Casaletto

"Grazie Giancarlo per la tua semplicità"

Il feretro di Giancarlo Marcellini entra in chiesa

VIADANA (San Matteo delle Chiaviche) - “Persone con così tanta amabilità, costruttori di pace e relazioni lasciano un grande vuoto. La scomparsa di figure come Giancarlo segnano il finire di un'epoca”. E' il passaggio iniziale dell'omelia di don Elio Culpo, parroco della comunità di Bozzolo Piccola Betania, durante il funerale di sabato mattina di Giancarlo Marcellini, il 78enne di Squarzanella deceduto mercoledì sera in un incidente stradale a Casaletto. La funzione si è tenuta nella chiesa di San Matteo Apostolo, troppo piccola per contenere tutti coloro che volevano dare l'ultimo saluto al pensionato, celebrata oltre che da don Culpo, cugino della vittima, anche dal parroco della frazione viadanese don Dante Leonardi. "Non era l'uomo - ha sottolineato ancora il sacerdote - del pessimismo ma dello spronare; grazie Giancarlo per la tua semplicità, eri amabile perché sapevi compensare la fatica con la gioia di vivere e tutti noi porteremo nel nostro cuore la tua sapienza”. Al termine della cerimonia il feretro è stato tumulato nel cimitero di San Matteo.

Leggi di più su La Provincia in edicola domenica 12 gennaio  

LA SCOMPARSA

Non ce l'ha fatta Giancarlo Marcellini, il 78enne di Squarzanella coinvolto nell'incidente stradale delle ore 18. Il decesso dell'anziano è avvenuto al pronto soccorso dell'ospedale Oglio Po poco dopo le 20. La sua famiglia gestisce l'agriturismo Val d'Oca di Squarzanella.

L'INCIDENTE 

Grave incidente stradale mercoledì attorno alle 18 sulla Strada Provinciale 59 che collega la frazione di Casaletto a Viadana. G. M. 78 anni di Squarzanella di Viadana è stato trasportato in gravissime condizioni all'ospedale Oglio Po di Vicomoscano. L'uomo assieme alla nipotina di 8 anni (trasportata anch'ella all'Oglio Po per politraumi ma praticamente illesa) era a bordo di una Hyundai Atos e viaggiava verso Casaletto. Secondo una prima ricostruzione sul rettilineo non si è accorto che un trattore doveva svoltare per una strada di campagna e l'ha tamponato. L'auto senza più controllo ha invaso la corsia opposta ed è stata centrata in pieno da un Fiat Ducato (con a bordo due fratelli imbianchini) condotto da C. M. di Casaletto che viaggiava in direzione di Viadana.

L'utilitaria dopo l'urto si è ribaltata ed è finita nel fosso colmo d'acqua. Sul posto per i soccorsi si sono portate due ambulanze della Croce Verde e l'automedica dell'ospedale Oglio Po. I Vigili del fuoco di Viadana hanno estratto l'anziano dalla macchina e i sanitari gli hanno praticato a lungo il massaggio cardiaco. La dinamica dell'incidente è al vaglio dei carabinieri di Viadana.  La viabilità è stata regolata da una pattuglia della Polizia locale.

Leggi di più su La Provincia in edicola giovedì 9 gennaio

RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

11 Gennaio 2014