il network

Mercoledì 13 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Viadana

Cittadella della salute, corsa contro il tempo

Approvazione necessaria entro la fine dell'anno. Il sindaco Giorgio Penazzi attacca: responsabili i consiglieri. Intanto Movimento 5 Stelle e ambientalisti sbarrano la strada: 'Operazione sbagliata'

Cittadella della salute, corsa contro il tempo

Il pubblico sabato mattina nella Sala Saviola del MuVi

VIADANA — Sabato mattina alla Sala Saviola del MuVi è stato pubblicamente illustrato il progetto della Cittadella della salute che dovrebbe sorgere in Piazzale libertà. Il condizionale è d’obbligo dopo la mancata approvazione nel consiglio comunale di martedì, sospeso per l’abbandono dall’aula di minoranza e consiglieri Pd (Cesarina Baracca esclusa). 

La situazione ha generato il malcontento del sindaco Giorgio Penazzi che non ha lesinato critiche, consapevole delle residue possibilità rimaste anche alla luce di una tempistica inclemente (il 31/12 il termine ultimo per approvare in consiglio questo project financing): «I consiglieri — ha detto ieri — devono prendersi la responsabilità delle proprie azioni. Nessuno deve trincerarsi dietro l’ignavia». 

L’architetto Alberto Gozzi ha illustrato le principali caratteristiche dell’intervento. La Cittadella a piano terra ospiterà i medici di base e un laboratorio analisi, mentre gli ambulatori degli specialisti del San Nicola saranno ubicati al primo piano (inoltre vi sarà il servizio di guardia medica e la riabilitazione in acqua). Adiacente a questo edificio un’altra costruzione con un centro fisio-terapico. Fra i due plessi è prevista una piazza giardino.

Intanto c'è da registrare il fuoco di sbarramento del Movimento 5 Stelle e di Noi, Ambiente e Salute al progetto della Cittadella. «Contestiamo il metodo — spiega Stefano Capaldo — con cui si è organizzato un incontro pubblico senza avvertire adeguatamente i cittadini. Perché da agosto non si è mai pensato ad organizzare incontri informativi e consultivi? Al posto di nuovo cemento proponiamo di utilizzare il vecchio ospedale".

Leggi di più su La Provincia in edicola domenica 22 dicembre

22 Dicembre 2013