il network

Venerdì 06 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Casalmaggiore

Le star: gli gnocchi di Fossa

Degustazione guidata con Slow Food: evento collaterale alla mostra sul paesaggio. Una folla per i 'Mulini del Po' e gli altri prodotti tipici

Le star: gli gnocchi di Fossa

Gnocchi alla mulinera per tutti

CASALMAGGIORE — L’iniziativa era a numero chiuso — 60 i posti a disposizione — ma alla fine è arrivata più gente del previsto: oltre le previsioni il successo dell’iniziativa che si è tenuta nel tardo pomeriggio di domenica al Museo Diotti, a cura della delegazione Oglio Po di Slow Food Mantova. Un evento collaterale alla mostra ‘Il paesaggio che mi fu rubato’. Si è trattato di una degustazione guidata ma non solo. 

Come moderatore è intervenuto Luca Angelini, corrispondente del Corriere della Sera, ma c’era anche Gilberto Venturini di Slow Food Mantova. Il tema del pomeriggio era ‘I mulini del Po: proposte di recupero di una tradizione. Il territorio, i cereali, la farina, i piatti: un patrimonio che non possiamo dimenticare’. Non a caso le sorelle Deanna, Virginia e Fausta Fornasari hanno preparato la specialità di Fossacaprara ‘gnocchi alla mulinera’. Valter Rosa ha poi illustrato la mostra. A seguire un altro spazio gastronomico con la zucca in carpione dell’azienda di Valter Cavalli, con pane e crostini della pasticceria Athena di Sabbioneta (realizzati con farina macinata a pietra), il tutto accompagnato da vini dell’azienda Corte Pagliari Verdieri di Commessaggio. Tutto ‘bio’, naturalmente. 

Nel corso della serata è stata lanciata un’idea per il 2014: un corso per imparare a fare gli gnocchi di patate, gli gnocchi alla mulinera e pisarei e fasò. (d.baz.)

26 Novembre 2013