il network

Lunedì 22 Luglio 2019

Altre notizie da questa sezione


Piadena

Addio alla storica maestra Miriam Bonaglia

Aveva insegnato nel Cremasco, a Castelfranco d'Oglio, a Isola Dovarese, a Vho e infine nel suo paese d'origine

Addio alla storica maestra Miriam Bonaglia

Miriam Bonaglia con uno dei suoi amati gatti

PIADENA — Non ha voluto ne’ manifesti ne’ cerimonie funebri. All’età di 92 anni, nella sua abitazione di via Libertà, venerdì alle sei e un quarto di mattina, se n’è andata, con la discrezione che l’aveva sempre accompagnata, la maestra Miriam Angiolina Bonaglia, 92 anni, storica insegnante delle scuole elementari di Piadena, vedova di un altro maestro, Ugo Bassi, già corrispondente da Piadena per ‘La Provincia’, scomparso il 6 gennaio 2001. Nata a Piadena il 10 ottobre 1921, la signora Bonaglia si era diplomata all’Istituto magistrale ‘Beata Vergine’ di Cremona. Poi aveva iniziato ad insegnare nelle scuole del Cremasco. «Restava là durante la settimana, accompagnata dalla mamma», ricorda la figlia unica, Pisana (moglie di Mauro Ferrari, docente all’Università Ca’ Foscari di Venezia). «Poi ha insegnato a Castelfranco d’Oglio, alle colonie estive di Isola Dovarese, a Vho, dov’era collega del maestro Mario Lodi, e infine a Piadena. Faceva dipingere molto i suoi alunni». Dietro la sua guida, si può dire siano state prodotte vere opere d’arte infantile. Decenni di insegnamento a diverse generazioni. 

«Adorava i bambini, la natura e l’arte», ricorda Pisana. «Sembrava insicura, ma in realtà sapeva benissimo quel che voleva. Era molto tenace nel perseguire i suoi obbiettivi e al contempo di animo sensibile e curioso». Era appassionata di animali, dei gatti in particolare. «E le piaceva moltissimo fotografare, ancora in analogico, usando il rullino — racconta Pisana —. In casa, amava costruire piccole nature morte di fiori e frutta e immortalarle. Quando la vista ha iniziato a cedere ed è stata costretta sulla carrozzina, faceva fotografare me dandomi tutte le indicazioni su soggetti e inquadrature». Sabato pomeriggio la maestra Bonaglia, rimasta cosciente sino all’ultimo istante di vita, è stata cremata a Mantova. (d.baz.)

24 Novembre 2013