il network

Lunedì 18 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Viadana

Aggredita davanti alla scuola

La vittima ha 11 anni. Pugni, spinte, parolacce. Il caso segnalato ai carabinieri. Medicata all’ospedale Oglio Po

Aggredita davanti alla scuola

L'esterno della scuola media Parazzi

VIADANA — Pugni, strattoni, trascinata per i capelli e fatta sbattere contro la cancellata di ferro: vittima dell’aggressione che si sarebbe consumata giovedì mattina nel cortile della scuola media ‘Parazzi’ sarebbe stata una bimba di 11 anni i cui genitori si sono già presentati dai carabinieri di Viadana. Sabato dovrebbero incontrare i dirigenti dell’istituto e dovrebbe esserci un confronto per ricostruire con esattezza la dinamica, per il momento a suffragare il racconto della vittima c’è il referto del pronto soccorso dell’Oglio Po dove i medici hanno rilevato escoriazioni e contusioni guaribili in un paio di giorni (la bimba venerdì non è andata a scuola). 

Stando al suo racconto tutto è accaduto poco prima della campanella di inizio delle lezioni: la mamma l’aveva lasciata, come sempre, davanti a scuola e l’11enne ha incontrato una coetanea con cui il giorno prima aveva avuto un piccolo incidente (inciampando le era finita addosso ma poi si era scusata), quest’ultima avrebbe iniziato ad apostrofarla in malo modo e una volta nel cortile retrostante la scuola (da cui accedono gli alunni delle prime) l’avrebbe presa per i capelli, strattonata, trascinata verso il cassonetto dei rifiuti, colpita con un pugno al volto ed uno allo stomaco e poi fatta sbattere con la fronte contro una cancellata. 

Solo una ragazzina di terza media sarebbe intervenuta per fermare l’aggressione. La mamma della vittima avrebbe saputo dell’accaduto solo alle 13, quando al termine delle lezioni è andata a riprendere la figlia a scuola: ad avvisarla sarebbero state alcune compagne di classe. Così ha portato subito la figlia all’Oglio Po e poi è andata in caserma: una denuncia non è ancora stata formalizzata, si attende l’esito del confronto a scuola. 

09 Novembre 2013