il network

Sabato 07 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Casalmaggiore

Presidio dei sindacati all'Oglio Po

La mobilitazione è partita a seguito del fallimento del tentativo di conciliazione del prefetto di Cremona in merito alle ore di lavoro straordinario non pagate e — più in generale — ai richiami nei giorni di riposo degli operatori turnisti e alle ferie non godute

Presidio dei sindacati all'Oglio Po

Il recente presidio davanti all'ospedale di Cremona

CASALMAGGIORE — Nell’ambito delle iniziative di mobilitazione stabilite in conseguenza della proclamazione dello stato di agitazione del personale da parte dei sindacati (Fp Cgil, Fps Cisl, Fpl Uil, Nursing up e Rsu aziendale) venerdì mattina, dalle 7 alle 11, è previsto un presidio davanti all’ospedale Oglio Po con distribuzione di materiale ai cittadini-utenti.

La mobilitazione è partita a seguito del fallimento del tentativo di conciliazione del prefetto di Cremona (il 22 ottobre scorso) in merito alle ore di lavoro straordinario non pagate e — più in generale — ai richiami nei giorni di riposo degli operatori turnisti e alle ferie non godute. «L’agitazione — dicono i sindacati — non determinerà alcuna conseguenza nei confronti dei cittadini-utenti ai quali però intendiamo raccontare il disagio che tutto il personale ospedaliero sta vivendo da molto tempo». 
I rappresentanti dei lavoratori contestano anche spese come «gare di appalto avviate e mai concluse (cucina), spese in tecnologie che dubitiamo rispondano a reali necessità, premi economici elargite alle direzioni strategiche e ai dirigenti».

08 Novembre 2013