il network

Giovedì 14 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Casalmaggiore

Ipertensione, nuova tecnica per controllarla

Sabato convegno con il professor Bruno Damascelli, che all'Ospedale Maggiore applica la denervazione renale

Ipertensione, nuova tecnica per controllarla

Luciano Taracchini, Paolo Bini, Claudio Silla e Luigi Borghesi (Osti)

CASALMAGGIORE — La chiamano ‘killer silenzioso’ perché agisce in modo subdolo e pressoché asintomatico: l’ipertensione è certamente una delle malattie dei Paesi ricchi e talvolta non riesce ad essere controllata nemmeno dai farmaci. Per questo sono emerse tecniche come la denervazione renale che si sono già dimostrate efficaci in migliaia di pazienti in Europa e in Australia. Sabato alle 10 in Santa Chiara si terrà il convegno organizzato dalla Fondazione ‘Busi’ destinato a medici delle case di riposo e di base ma anche ai semplici cittadini interessati alla tematica. 

«Ringrazio la concittadina Regina Bini — ha affermato il sindaco Claudio Silla — che ha conosciuto il professore Bruno Damascelli e si è attivata per organizzare un’iniziativa qui a Casalmaggiore. Grazie anche alla Fondazione Busi che non si è lasciata sfuggire questa occasione divulgativa». 

Il vice sindaco Luigi Borghesi ha sottolineato come Damascelli sia «un’autorità nel campo» e che la tecnica da lui portata avanti sia «un passo avanti» nella cura dell’ipertensione quando i farmaci non riescono a tenerla sotto controllo. È una tecnica che si effettua anche nella nostra Azienda ospedaliera e in particolare al Maggiore di Cremona».

Il presidente del Busi, Paolo Bini, ha affermato che «molti nostri ospiti presentano danni da ipertensione come ictus, disturbi cardiovascolari e questa tecnica è allo stesso tempo semplice ed innovativa. La denervazione renale fa calare la pressione di 20 millimetri di mercurio e viene pagata dal Sistema sanitario nazionale. Un miliardo di persone sono affetti da ipertensione e ogni anno si spendono 500 miliardi di dollari per le cure dei malati, un quarto dei quali non risponde ai farmaci. Invitiamo pertanto i cittadini a partecipare». 

Il convegno si aprirà alle 10 con i saluti di Bini e Silla; alle 10.20 la relazione di Damascelli ‘La denervazione simpatica renale, storia e sviluppo di un’idea’; alle 10.40 Vladimira Tichà illustrerà la ‘Pratica della denervazione renale per cateterismo arterioso percutaneo’; alle 11 Gianluigi Patelli parlerà della ‘Valutazione radiologica del paziente ed esperienza triennale’; alle 11.20 Silvio Bertoli Volmer relazionerà su ‘Denervazione simpatica ed insufficienza renale’; alle11.40 Andrea D’Alessio si soffermerà su ‘Denervazione simpatica renale, una grande opportunità per la medicina generale’; alle 12 le conclusioni di Damascelli.

21 Ottobre 2013