il network

Lunedì 09 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Viadana

"Scuole di Cicognara, entro il 30 il progetto di ristrutturazione"

L'annuncio dell'assessore Nicola Federici. Servono 100.000 euro. Interventi coperti dagli oneri di urbanizzazione

"Scuole di Cicognara, entro il 30 il progetto di ristrutturazione"

Il sindaco Giorgio Penazzi e l'assessore Nicola Federici

VIADANA - L'assessore ai Servizi Scolastici Nicola Federici (poi raggiunto dal sindaco Giorgio Penazzi) nella mattinata di venerdì ha fatto il punto della situazione dei lavori scolastici, fatti e da fare. "Anzitutto ci scusiamo con i dirigenti per gli interventi tardivi, che non è stato possibile effettuare prima per mancanza di copertura finanziaria. Nelle ex elementari Vanoni la biblioteca è stata divisa in due con una parete di cartongesso per ricavare due aule da destinare alla scuola media. Inoltre è stata effettuata una manutenzione straordinaria degli infissi". Per quanto riguarda Casaletto, "è stata abbattuta una parete per creare più spazio ed è stato cablato tutto l'edificio per consentire l'installazione delle Lim (Lavagne interattive multimediali). Era l'unica scuola a non averle". In merito a Cicognara, "nelle elementari è stata riparata la fognatura, mentre nella 'succursale' della ex materna, sono stati sistemati gli intonaci e il tetto, per evitare infiltrazioni, ed è stata riparata la recinzione". In merito alla scuola Bedoli, "è partito l'impianto fotovoltaico, mentre dovremo ristrutturare il bagno disabili". A Bellaguarda "sarà da riparare il tetto" e a Carrobbio nella materna "si dovrà mettere mano alla lattoneria, perché ci sono delle infiltrazioni all'interno, comunque non pericolose".

Federici si è particolarmente soffermato su Cicognara: "Giovedì ho incontrato una delegazione formata da 3 genitori della scuola primaria. Non ho voluto fare polemiche, dopo le loro esternazioni, perché intendo rispondere con i fatti. In passato c'è stata mancanza di comunicazione con loro, ma questo non si ripeterà più. Periodicamente li convocherò per informarli di quanto si sta facendo. Giovedì li ho aggiornati sulla succursale della ex materna e sono rimasti contenti. Per quanto riguarda le elementari, entro il 30 settembre ci ritroveremo e presenteremo il progetto definitivo di ristrutturazione. Faremo una variazione di bilancio per inserire 100.000 euro nel capitolo delle manutenzioni. Prima non era possibile farlo perché il bilancio preventivo è stato approvato il 13 luglio". I lavori previsti, ha aggiunto l'assessore, riguardano "il rifacimento delle catene che servono a dare più stabilità alla struttura e la copertura. Entro il 30 valuteremo se fare un bando unico o se dividere il tutto. Il tetto dovrà essere necessariamente rifatto a scuola chiusa, quindi si andrà a giugno 2014. Per quanto riguarda le catene, dovremo parlare con la dirigenza scolastica: si potrebbe intervenire durante le vacanze di Natale, oppure durante i fine settimana o nei pomeriggi in cui la scuola è chiusa, ma dovranno essere valutate le questioni attinenti la sicurezza". Federici ha assicurato che "la struttura è agibile, non ha problemi strutturali. Vogliamo siano fatti lavori come lo scorso anno a Cogozzo". La scuola è del 1900 e gli ultimi lavori sono stati fatti nel 1999. "L'idea è di fare un tetto nuovo in lamiera per evitare qualunque infiltrazione". A conti fatti, "i lavori effettuati finora hanno comportato un esborso di circa 15-20.000 euro". Tra le necessità della scuola di Cicognara, c'è anche la controsoffittatura: "Ma questa opera sarà l'ultima da realizzare. Certo, ci consentirebbe un risparmio in termini di costi per il riscaldamento". Complessivamente, gli interventi realizzati e ancora da realizzare, alla fine, comporteranno una spesa di 150.000 euro circa. 

Nel "libro dei sogni", ha continuato l'assessore, "c'è sempre il progetto di realizzare una nuova scuola tra Cogozzo e Cigognara, ma servono 4-5 milioni di euro. Sarà molto difficile reperire questi fondi". Entro il 2013, comunque, "dovrebbero entrare altri oneri di urbanizzazione, necessari a finanziare le opere previste". A proposito di oneri, il sindaco Penazzi ha osservato che "lo scorso anno sono stati recuperate somme rilevanti grazie agli accertamenti, che hanno fatto registrare un aumento del 30 %".

06 Settembre 2013