il network

Sabato 07 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Casalmaggiore

Morosità, l'amministrazione replica alla Lega Nord

"Primi ad affrontare questo tema con intransigenza"

Morosità, l'amministrazione replica alla Lega Nord

Carla Visioli, Claudio Silla, Pierluigi Pasotto

CASALMAGGIORE — «E’ stata questa amministrazione, dal 2009, ad affrontare per prima il problema delle insolvenze negli affitti delle case comunali (dai 30 ai 250 euro al mese), arrivando anche a 4 sfratti, di cui 3 già eseguiti, chiudendo situazioni insostenibili e dimostrando con i fatti che le regole devono essere rispettate». 

Lo ha dichiarato nel pomeriggio di giovedì il sindaco Claudio Silla durante la conferenza stampa convocata in sala consiliare per fare il punto sul tema, insieme all’assessore ai Servizi Sociali Pierluigi Pasotto e all’assessore al Bilancio Carla Visioli, e replicare anche alle critiche giunte dal gruppo della Lega Nord. «L’ultima delibera pubblicata è un elemento di trasparenza», ha osservato Silla.

Pasotto ha aggiunto che «l’accusa di lassismo proprio non sta in piedi. Siamo partiti dal progetto condomini, individuando un referente per ogni stabile, abbiamo instaurato rapporti personali, e tutto ciò ha permesso di conoscere le problematiche. Abbiamo fermato le 7 garanzie comunali di sublocazione che avevano prodotto insolvenze per 54.000 euro prima del 2009. Un’altra fascia, pari a 11.000 euro, riguarda persone che abitavano nelle case popolari e che se ne sono andate, sempre prima del 2009. Attualmente abbiamo 7 casi, per un totale di 42.000 euro, alcuni con morosità importanti. Abbiamo incontrato tutti e definito piani di rientro personalizzati.

La Visioli ha aggiunto che «l’azione attuata sin dall’inizio è stata mirata, oltre che al recupero delle somme dovute, al contenimento delle spese». Silla ha ringraziato gli uffici «che, vista anche la crisi, hanno lavorato in un contesto difficile». 

Approfondimento sull'edizione cartacea in edicola venerdì 7 settembre

05 Settembre 2013