il network

Sabato 31 Ottobre 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


CORONAVIRUS

Il figlio in quarantena, i genitori «liberi»

La storia di una famiglia di Viadana. «Dopo la positività a scuola non riusciamo a fare il test»

Il figlio in quarantena, i genitori «liberi»

VIADANA (18 ottobre 2020) - La buona notizia è che la classe seconda D è risultata tutta negativa al tampone e ora si attendono con fiducia i risultati della seconda E. Ciò che, invece, tormenta i sonni dei genitori è la perdurante difficoltà di effettuare a loro volta i test e il fatto di essere liberi di circolare e magari infettare altre persone. «Mio figlio ha sette anni e frequenta la scuola elementare Vanoni dove nei giorni scorsi c’è stato un caso di positività di un’insegnante. Un fatto che può accadere di questi tempi — spiega una madre — ma non ciò che è accaduto dopo la notizia della positività». Secondo la donna, infatti, è quasi «impossibile effettuare il tampone nella zona di fronte allo stadio del rugby dove c’è il tendone della Protezione civile. Anche questa mattina (ieri per chi legge, ndr) c’erano una trentina di auto in attesa di accedere al servizio e a un certo punto l’effettuazione dei test si è fermata. Io, per esempio, ho dovuto desistere nonostante debba assolutamente fare il tampone per verificare il mio eventuale contagio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Ottobre 2020

Commenti all'articolo

  • They

    2020/10/19 - 06:36

    Certo che i nostri governanti a parole sono bravi ma poi fatti sono tutt'altro!

    Rispondi