il network

Sabato 31 Ottobre 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA STORIA

Il mosaico di Ceretti. Dopo 65 anni ecco il debutto

L’opera iniziata da bambino e ispirata dal maestro Mario Lodi. Oggi in mostra a San Giovanni in Croce

Il mosaico di Ceretti. Dopo 65 anni ecco il debutto

Angelo Ceretti a fianco del mosaico realizzato con circa 60 mila pezzi

SAN GIOVANNI IN CROCE (25 settembre 2020) - Ha iniziato nel 1955, quando frequentava da alunno le scuole elementari, e ha concluso la sua opera quest’anno. Angelo Ceretti, 75 anni, di San Giovanni in Croce, piastrellista in pensione, sposato con Marisa Lui, presenterà al pubblico da oggi, in occasione della fiera settembrina, all’interno del teatro comunale Cecilia Gallerani, il suo mosaico, intitolato «A spasso per Venezia» e dedicato al maestro Mario Lodi di Vho di Piadena, il noto insegnante, pedagogista e scrittore scomparso il 2 marzo 2014.
Perché la dedica a Lodi? «Perché — ci spiega Ceretti — è stato lui a insegnarmi a fare i mosaici, quando ero suo alunno a San Giovanni in Croce ed è stato sempre lui, all’epoca, a donarmi le mattonelle che poi ho usato per realizzare il mosaico». Ceretti, nato il 30 maggio 1945 a Palvareto — come si chiamava il Comune creato dalla fusione di San Giovanni in Croce e Solarolo Rainerio durante il Ventennio fascista —, ha iniziato a lavorare come piastrellista «a 18 anni. Sono andato in pensione nel 2002. Ho lavorato un po’ dappertutto, sia in questa zona, tra la provincia di Cremona, Parma, Reggio Emilia e altre località, ma anche all’estero, in Francia. Ero un libero professionista ma legato alla Imca di Sabbioneta, che inizialmente produceva mattonelle cementizie in graniglia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

24 Settembre 2020