il network

Lunedì 13 Luglio 2020

Altre notizie da questa sezione


VICOMOSCANO/CASALMAGGIORE

La toccante lettera del prof per l’addio a Jessica

La ragazza 16 enne di Vicomoscano, morta per annegamento, sarà cremata domani secondo le indicazioni della religione induista alla quale fa riferimento la sua famiglia

La toccante lettera del prof per l’addio a Jessica

La 16 enne Jessica Kumar e il tratto della canalina dove è stato ripescato il corpo

VICOMOSCANO/CASALMAGGIORE (29 giugno 2020) - Jessica Kumar, la 16enne annegata giovedì in un canale artificiale di irrigazione, sarà cremata domani a Mantova, secondo le indicazioni della religione induista alla quale fa riferimento la sua famiglia. Intanto l’autopsia eseguita venerdì sul corpo della studentessa di ragioneria ha escluso la presenza di segni sospetti sul corpo, confermando come il decesso sia da attribuire ad una caduta nel fossato di cemento. Non ci sono elementi che facciano pensare ad altro, d’altronde. La ragazza spesso andava a camminare dietro casa con mamma Mina, inoltrandosi per la stradina sterrata che con un ponticello incrocia anche la canalina del Consorzio di bonifica Navarolo. Giovedì Jessica aveva fatto due passi da sola e l’ipotesi è che sia scivolata accidentalmente dopo essersi avvicinata troppo al canale, pieno d’acqua visto il periodo di irrigazione. Il corpo è stato ritrovato, trascinato dalla forza dell’acqua, a Viadana, in zona Gerbolina, tra le vie Baghella e Mercanti.

Oggi una delegazione di docenti e studenti dovrebbe recarsi a fare visita alla famiglia di Jessica, che abita in via del Lazzaretto a Vicomoscano. Il papà della ragazza, Sanjeev, fa il bergamino nell'azienda agricola dei fratelli Giovanni e Gabriele Borini. La casa è lì. Calogero Tascarella di Casalmaggiore, uno degli insegnanti di Jessica come docente di Geografia all’Istituto tecnico Sanfelice di Viadana, ha scritto un toccante ricordo della ragazza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

28 Giugno 2020