il network

Giovedì 06 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


TORRE DE' PICENARDI

Natura e mistero. Qui la meraviglia

Alla comunità Emmaus di Canove de’ Biazzi aperta la Wunderkammer. Animali imbalsamati, fossili, specchi come nelle corti reali e intellettuali

Natura e mistero. Qui la meraviglia

Un armadio contenente diversi minerali e reperti

TORRE DE’ PICENARDI (27 giugno 2020) - Per stupire, stupisce. E inquieta anche un po’, a dire il vero, soprattutto per le espressioni di alcuni animali «tassidermizzati», cioè imbalsamati: tassi, donnole, poiane, gufi, falchi di plaude, civette. Ma quello che più angustia è forse lo scheletro di una volpe. La Wunderkammer aperta questa mattina alle 9 all’interno del grande mercatino della Comunità Emmaus di Canove de' Biazzi, che ben si presta con i suoi arredi all’operazione, è proprio una «Stanza delle Meraviglie», piena di curiosità raccolte da Davide Mometto di Canove con la consulenza scientifica di Davide Persico di San Daniele Po (centro di cui è sindaco), docente di Paleobiologia all’Università di Parma. Se l’intento era quello di stimolare emozioni, può dirsi dunque raggiunto.
A introdurre l’apertura della camera, cui era presente anche il sindaco di Torre Mario Bazzani, volontario Emmaus, è stato il presidente degli Amici di Emmaus di Piadena, Massimo Bondioli, che ha sottolineato come quello di oggi fosse il primo evento dopo la chiusura indotta dall’emergenza sanitaria. Mometto, studente di Scienze Naturali all’Università di Parma, ha spiegato di aver avuto l’idea perché da tempo raccoglie uccelli, rocce e fossili: «Tutto rigorosamente segnalato e registrato, perché non si può fare diversamente». Ci sono regole ben precise da seguire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

27 Giugno 2020