il network

Lunedì 13 Luglio 2020

Altre notizie da questa sezione


CASALMAGGIORE

Alessandro Zaffanella fa il bis

Dopo 'Cassa integrazione' arriva la svolta con 'Un bonifico più grande

Alessandro Zaffanella fa il bis

CASALMAGGIORE (11 maggio 2020) - Alessandro Zaffanella ci ha preso gusto. Dopo aver lanciato via social il video ‘Cassa integrazione’ sulla falsariga di ‘Grande amore’, il notissimo brano del Trio, totalizzando fino ad ora 187.785 visualizzazioni e centinaia di apprezzamenti, ha ora realizzato ‘Un bonifico più grande’: musica di ‘Un amore così grande’, il brano portato al successo dal tenore Mario del Monaco e poi reinterpretato anche da Claudio Villa. Con il testo anche in questa occasione adattato, sul filo dell’ironia, al periodo del Coronavirus. 

Se nel primo video i tre personaggi di Io, Es e Superio - alias Alessandro - apparivano piuttosto disperati per la difficoltà di ottenere gli aiuti economici nel periodo di crisi conseguente all’emergenza sanitaria, adesso l’atmosfera si fa un poco più distesa. “Sento l’avviso, perdo il respiro, la rata dell’Imu cara come sai tu, Siam già alla fase tre, ma ancora non ce n’è”, sottolinea Zaffanella all’inizio. Tanto da portarlo a investire “nel Campari”. E continua: “Anche il vicino ha un cedolino, guarda che sorte a me, facciamo uno in tre, la sera scende già, stanotte impazzirò”. Ecco, però, la svolta: "Ma tra i messaggi miei, vedo che c’è un bonifico più grande: un accredito Inps, guardo il saldo del mio conto e intorno a noi, un silenzio breve e poi, la cassa integrazione è stata accolta. Un bonifico più grande proprio ora dall’Inps - canta Zaffanella -. Tanto caldo sento dentro e intorno a noi, chiedo al consulente e poi. Il conto mio non scende e non scende questa volta. Un bonifico più grande, era ora dall’Inps. Guardo il saldo e non è fuori come noi. Forse integreranno poi. Ma il conto mio non scende, non scende questa volta”. La fine è commentata: “E Adesso cosa facciamo? Li spendiamo tutti, in Campari. Per me”. Poi, però, la doccia fredda: “E’ la banca, dice che c’è il bollo dell’auto da pagare”. Le visualizzazioni, anche in questo caso, “volano”. A ieri erano quasi 20 mila in cinque giorni.

https://www.facebook.com/watch/?v=2360012194299716

11 Giugno 2020