il network

Venerdì 10 Luglio 2020

Altre notizie da questa sezione


GAZZUOLO

Traffico di eroina thailandese, due arresti

Sequestrati 400 grammi di droga e 33.610 euro

Traffico di eroina thailandese, due arresti

GAZZUOLO (1 giugno 2020) - Si aggiunge oggi un importante risultato all’incessante attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti, risultato di una indagine complessa condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Reggio Emilia in stretta collaborazione con la Squadra Mobile di Mantova. Due trafficanti di droga extracomunitari residenti a Gazzuolo con la base di spaccio nello stesso paese sono stati arrestati e nel corso dell'operazioni sono stati sequestrati 400 grammi di eroina e 33.610 euro.

L'operazione ha visto la sua fase conclusiva lo scorso fine settimana: gli agenti della Questura del capoluogo emiliano, nel corso di una perquisizione effettuata sull’automobile utilizzata da un cittadino ghanese proveniente dalla provincia di Mantova, dove si era presumibilmente recato per rifornirsi di stupefacente, hanno rinvenuto e sequestrato oltre 368 grammi di eroina – occultata in un calzino nascosto nell’alloggiamento del cambio – suddivisa in 30 ovuli già confezionati e pronti per essere ceduti ai consumatori locali.

Nello stesso contesto gli investigatori della Sezione Narcotici della Questura mantovana, individuato il luogo e l’edificio in cui lo spacciatore ghanese aveva precedentemente acquistato lo stupefacente ed aver atteso, nascosti nelle vicinanze della palazzina adibita a quartier generale dello smercio di eroina, l’arrivo dei suoi fornitori - giunti dopo alcune ore a bordo di una automobile insieme ad altri due soggetti, successivamente risultati estranei ai fatti – sono entrati in azioni procedendo alla perquisizione personale e domiciliare a carico di due extracomunitari di cittadinanza pakistana che abitavano nella palazzina.

Una volta entrati nell’appartamento, e dopo aver proceduto ad una lunga ed accurata ispezione di tutti i locali nella disponibilità degli occupanti, gli agenti hanno trovato, occultato nel bidone dell’immondizia, un contenitore con all’interno 4 ovuli già confezionati e pronti per lo spaccio, contenenti a loro volta circa 39 grammi di eroina bianca “thailandese” (tra le più difficili da reperire sul mercato degli stupefacenti, e raramente sequestrata in Provincia di Mantova). Smpre in cucina, sono stati trovati e sequestrati 2 bilancini di precisione e materiale di vario genere, utilizzato per confezionare lo stupefacente. Infine, negli armadi delle varie camere da letto, nascosti tra gli abiti e sotto i materassi, sono stati trovati sequestrati 33.610 euro in contanti, presumibilmente provenienti dalla ben consolidata attività di traffico di stupefacenti.

Nei confronti del 43enne N.M. e del 40enne M.I. – entrambi presenti regolarmente sul territorio nazionale, uno di essi anche con piccoli precedenti penali – sono scattate le manette ai polsi per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Su disposizione del Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori, l’Ufficio Immigrazione della Questura ha immediatamente iniziato le procedure al fine di procedere alla revoca dei permessi di soggiorno ed alla espulsione di entrambi dal nostro Paese, non appena saldato il conto con la giustizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

01 Giugno 2020