il network

Venerdì 10 Luglio 2020

Altre notizie da questa sezione


CASALMAGGIORE

Addio all’oste Palmiro Monti. Una vita fra sapori e politica

Si è spento l’ex patròn del Cacciatore di Fossacaprara dove si celebrava a tavola la marcia su Roma

Addio all’oste Palmiro Monti. Una vita fra sapori e politica

Palmiro Monti e un gruppo di partecipanti a una edizione della cena in ricordo della marcia su Roma

CASALMAGGIORE/FOSSACAPRARA (2 giugno 2020) - Viadanese d’origine, ma casalasco d’adozione, se n’è andato, a 84 anni, Palmiro Monti, a lungo gestore dell’osteria Il Cacciatore di Fossacaprara, un locale che nel corso dei decenni è diventato un vero e proprio crogiolo politico, dove si sono intrecciate storie di tutto l’arco costituzionale.
Perché se con Agnese Masini, spirata a gennaio scorso all’età di 94 anni, che gestì il locale fino all’87, l’Osteria del Cacciatore, grazie al marito Arcangelo Brozzi, di provata fede comunista, era diventato un punto di ritrovo della sinistra, in grado di attirare anche personaggi molto noti della politica e negli ultimi tempi in particolare del Partito Socialista Italiano, con Monti, venuto dopo, i riferimenti cambiarono. Monti, infatti, per la sua appartenenza all’MSI, negli anni Novanta era solito ospitare i ritrovi dei «nostalgici dei tempi che furono», soprattutto viadanesi che ricordavano il 22 ottobre 1922, data della marcia su Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

01 Giugno 2020