il network

Giovedì 28 Maggio 2020

Altre notizie da questa sezione


EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, Cingia de' Botti: Ponzoni non ce l'ha fatta

Il 59enne tecnico di radiologia, ex sindaco e ds dell'Ostiano Volley è morto dopo oltre un mese di ricovero al Maggiore di Cremona

Coronavirus, Cingia de' Botti: Ponzoni non ce l'ha fatta

CINGIA DE’ BOTTI (18 maggio 2020) - Massimo Ponzoni, 59 anni, tecnico di radiologia nel reparto di Radioterapia dell’Ospedale Maggiore di Cremona, sindaco di Cingia de’ Botti per dieci anni, non ce l’ha fatta. È stato sopraffatto dal peggioramento delle sue condizioni dopo aver contratto il Coronavirus. Era ricoverato in ospedale da oltre un mese e a metà aprile il suo quadro clinico era peggiorato fino a indurre i medici al suo trasferimento in terapia intensiva. Nella tarda serata di ieri l’epilogo più triste.

Nato a Cremona il 7 gennaio 1961, Ponzoni aveva abbinato alla sua professione di tecnico di Radiologia l’attività politica e l’impegno nello sport. A metà degli anni Novanta era entrato in consiglio comunale come esponente di minoranza. Nel 1999 ottenne una vittoria schiacciante alle amministrative di giugno diventando sindaco alla guida di una compagine di centrosinistra. Cinque anni dopo Ponzoni fu confermato sindaco, con un risultato ancora superiore a quello ottenuto nel 1999. Ponzoni era molto attivo, da sempre, anche in ambito sportivo. Ultimamente era direttore sportivo dell’Ostiano Volley. In precedenza era stato presidente dell’Associazione Sportiva Cingia Volley e della Grabi Cingia (B2). Lascia la moglie Pinuccia, titolare di Acconciature Alessia e i figli Eleonora e Lorenzo.

18 Maggio 2020