il network

Martedì 07 Aprile 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


EMERGENZA SANITARIA

Casalmaggiore, assistenza domiciliare anziani: il grazie dell'assessore Salvatore

Servizio fondamentale svolto da 8 donne e destinato a coloro che hanno superato la fase critica e, dimessi, tornano a casa

Casalmaggiore, assistenza domiciliare anziani:  il grazie dell'assessore Salvatore

CASALMAGGIORE (24 marzo 2020) - “Grazie di cuore, siete eccezionali”. Così si conclude il ringraziamento che l’assessore alla famiglia, alle politiche sociali e pari opportunità comune di Casalmaggiore, Gianfranco Salvatore, indirizza alle donne del servizio di assistenza domiciliare anziani del comune di Casalmaggiore (SAD) per quello che stanno facendo in questi giorni. 

“In questo tempo così segnato dall’emergenza, dal dolore e dalla sofferenza - esordisce l’assessore - vorrei condividere una riflessione ed un ringraziamento. Mentre i media (tv, radio, giornali ed informazione in generale) attirano la nostra attenzione raccontando l’evolversi della situazione, i social network ci hanno dato la possibilità di esprimere pensieri ed emozioni, a volte scomposte ed intemperanti, altre volte lucide e razionali, altre ancora piene di speranza e di prospettive per il futuro. Nel tentativo di esorcizzare questo nemico invisibile e sgomenti di fronte alla diffusa incapacità di cogliere il senso profondo di ciò che accade abbiamo cercato risposte di ogni tipo: dai canti sui balconi all’andrà tutto bene, dai disegni arcobaleno ai flash mob fino al recupero di una fede e di una spiritualità che pensavamo superata ed inutile”.

Continua Salvatore: “Intanto, nelle corsie dei nostri ospedali, amici, fratelli, genitori, figli o semplici conoscenti combattevano la loro battaglia per la vita, assistiti da personale medico e paramedico che si è speso oltre ogni limite umano per dare cure, sollievo e vicinanza. A loro va il mio e nostro incondizionato grazie. Nell’impossibilità di prolungare il ricovero per la carenza di posti letto, chi supera la fase critica e può essere dimesso torna a casa. Qui, per i casi di solitudine o di impossibilità di cura da parte dei familiari per rischio contagio, subentra il servizio di assistenza domiciliare anziani del comune di Casalmaggiore (SAD). Otto donne che, con il coordinamento dell’assistente sociale, si prendono cura dei nostri anziani, consapevoli del rischio che quotidianamente affrontano. In altri tempi avremmo detto che agiscono “per alto senso del dovere e con sprezzo del pericolo”. Eppure, come i medici e gli infermieri, anche loro dimostrano con i fatti che in occasioni come questa qualcos’altro si aggiunge: forse il senso di protezione e di responsabilità che provano nei confronti delle persone che seguono, forse il senso di accudimento e di empatia, forse tutte queste cose insieme ed altre ancora. A loro va il mio e nostro ringraziamento perché, pur nascosto e celato ai riflettori, esso rimane un servizio essenziale per la nostra comunità, in particolare quella più fragile. A Dio, ogni giorno, affido queste persone, chiedendo per loro protezione e conforto”, conclude Salvatore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

24 Marzo 2020