il network

Lunedì 03 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


CASALMAGGIORE. TURISMO

Cacciatori di cultura, la città si affida a 80 studenti

I «nativi digitali» del Polo Romani compileranno le schede virtuali da apporre sui cartelli. I visitatori potranno conoscere monumenti e vestigia con il telefonino grazie al qr code

Cacciatori di cultura, la città si affida a 80 studenti

Lara Cavalli, Sara Manfredi e Franca Filipazzi in sala giunta

CASALMAGGIORE (12 febbraio 2020) - Ottanta «nativi digitali» del Polo scolastico Romani, con età comprese tra i 15 e i 19 anni, a caccia di notizie culturali da tradurre in forme di comunicazione multimediale per la futura cartellonistica cittadina. Si potrebbe sintetizzare così il progetto presentato in sala giunta dall’assessore alle Politiche Giovanili del Comune Sara Manfredi con Lara Cavalli, responsabile dell’ufficio bandi di Casalasca Servizi Spa e Franca Filipazzi, responsabile del Settore Istituzionale Amministrativo del Comune.
«Anzitutto — ha esordito la Manfredi — un grazie a Lara e Franca per la collaborazione prestata dalla prima per la definizione progettuale e dalla seconda per la parte burocratica. Tutto è partito da un bando della Regione Lombardia che metteva a disposizione risorse in tre ambiti: la cittadinanza attiva, la valorizzazione del patrimonio culturale, l’educazione finanziaria. Noi abbiamo scelto la valorizzazione del patrimonio e abbiamo proposto un progetto in collaborazione con i Comuni di Cremona e di Crema. Il nostro elaborato è giunto al primo posto». Il contributo complessivo ottenuto è stato di 28200 euro, in base al numero dei giovani presenti nel territorio provinciale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

12 Febbraio 2020