il network

Sabato 08 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


PIADENA DRIZZONA

Raddoppio della linea, partita la bonifica ferroviaria

Lavori di ricerca sulla Mantova-Piadena per scovare ordigni esplosivi e residuati bellici. I tecnici specializzati in azione nei Comuni di Piadena Drizzona, Tornata e Marcaria

Raddoppio della linea, partita la bonifica ferroviaria

La stazione di Piadena

PIADENA DRIZZONA (10 gennaio 2020) - Che il raddoppio della linea ferroviaria Mantova-Piadena sia concretamente alle fasi iniziali è ormai un dato di fatto. È infatti al via, nei territori comunali di Piadena Drizzona, Tornata e Marcaria, il cosiddetto Servizio di Bonifica Sistematica Terrestre da parte della ditta Co.E.B. srl di Napoli, specializzata nella bonifica da ordigni esplosivi residuati bellici. L’intervento, che nello specifico prevede «indagini archeologiche preventive», è stato annunciato dalla società ad una serie di istituzioni, tra cui l’Ispettorato provinciale del lavoro di Cremona e di Mantova, l’Ats Valpadana (Ufficio Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro) e, per conoscenza, alle Prefetture di Cremona e di Mantova, al Comalp Bolzano comando truppe alpine, ai sindaci dei tre Comuni e alle stazioni carabinieri di Piadena e di Marcaria.
Il tratto ferroviario da raddoppiare è lungo 34 chilometri. Il progetto del tratto di 50 km da Codogno a Piadena sarà invece realizzato in una fase successiva contestualmente al suo finanziamento. Il costo stimato dell’intera opera è di 1 miliardo e 320 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Gennaio 2020