il network

Domenica 15 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

Multato per la partita: 'Adesso farò ricorso'

La disavventura del casalasco Savini a Parma: mercoledì scorso ha parcheggiato l’auto per andare a Bari e domenica, al suo ritorno, sanzione e veicolo rimosso. Il motivo: la gara di calcio tra scudo crociati e Milan

Multato per la partita: 'Adesso farò ricorso'

CASALMAGGIORE (3 dicembre 2019) - Multato per una partita di calcio. È costato molto caro - circa 200 euro - a Mario Savini di Casalmaggiore, co-fondatore e general manager di Remorides S.r.l. di Motteggiana (azienda innovativa specializzata in servizi di ingegneria per la robotica e l'automazione), aver posteggiato l’auto mercoledì scorso nel parcheggio di scambio vicino al casello autostradale di Parma, non sapendo che era stata emessa dal Comune una ordinanza in vista dell’incontro di calcio Parma-Milan. Esterrefatto per la disavventura il casalese ora promette battaglia: «Sicuramente adirò le vie legali per questa vicenda», anticipa.

Ma che cosa è successo? «All’inizio della settimana scorsa - racconta -, dovendo recarmi a Bari al «MecSpa — tecnologie per l’innovazione-Industrie 4.0, una fiera dedicata all'industria manifatturiera per il mercato del Centro-Sud Italia e Mediterraneo — mi sono incontrato con un collega al parcheggio di scambio vicino al casello di Parma e lì ho lasciato la Ford Fiesta aziendale. Domenica pomeriggio, intorno alle 15, siamo rientrati. Ovviamente ho iniziato a cercare l’auto, per tornare a casa, ma non l’ho trovata. Ho passato dieci minuti a girare nel parcheggio finché, scoraggiato, mi sono convinto che mi era stata rubata. Nelle vicinanze c’erano molti poliziotti e mi sono rivolto a loro, spiegando la situazione. A quel punto è emerso quel che era successo, cioè che l’auto era stata rimossa a causa della partita Parma-Milan».

Savini osserva che «non ero al corrente che esisteva un’ordinanza secondo cui 48 ore prima di una partita di cartello le auto sarebbero state rimosse da quel parcheggio. Quando ho parcheggiato l’auto non ho visto ordinanze esposte. Ci sarà anche stata forse in qualche angolo, ma in qualunque caso quanto mi è capitato l’ho vissuto come un sopruso. E farò ricorso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

02 Dicembre 2019