il network

Domenica 15 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


PIADENA DRIZZONA

'Trasporti eccezionali: che disagi, Comune da risarcire'

Il sindaco Priori: 'A noi i costi delle verifiche e le responsabilità a fronte di tariffe di transito ridicole'

'Trasporti eccezionali: che disagi, Comune da risarcire'

PIADENA DRIZZONA (14 novembre 2019) - «I Comuni hanno sempre più oneri e incombenze da affrontare, ma non sono sufficientemente sostenuti dal punto di vista economico, purtroppo. Per questo ribadisco che è necessario aiutarli». Il sindaco Matteo Priori riflette ad alta voce dopo aver preso atto di uno degli ultimi adempimenti necessari (che interessano tutti i Comuni), ossìa un incarico professionale per la verifica della portanza delle strade comunali interessate dal transito di mezzi pesanti, finalizzata alla pubblicazione sul sito istituzionale del Comune delle cartografie e degli elenchi di strade di competenze percorribili dai veicoli eccezionali e dai trasporti in condizioni di eccezionalità, nonché dalle macchine agricole eccezionali e dalle macchine operatrici. Tali cartografie ed elenchi di strade devono essere predisposti in relazione ai limiti di carico, eventualmente suddivisi anche per asse, ai limiti di sagoma, alle tipologie di veicoli e alle prescrizioni di tutela del patrimonio statale.

Quella necessaria per l’incarico non è una grande cifra, perché si parla di poco più di 2.500 euro, ma se la si somma a tutte le altre, si configura un continuo esborso per le casse comunali. Peraltro la verifica della portanza delle strade può richiedere un aggiornamento annuale alla scadenza del 30 aprile. Per non parlare delle responsabilità che finiscono in capo al Comune e al sindaco in particolare. «All’esborso non corrispondono analoghe entrate — osserva Priori — perché dal centro di Piadena passano abbastanza spesso dei carichi eccezionali che pagano poche decine di euro per poter transitare, con quanto ne consegue in termini di disagi per il traffico, anche se a onor del vero questi mezzi passano in genere a tarda sera o di notte. Ma qualche problema lo determinano». L’ingombro dei mezzi è tale che a volte può esserci qualche disagio alla circolazione. Ci sarebbe da chiedersi, poi, quanto incide il passaggio di questi ‘mostri’ sullo stato degli asfalti e dei sottoservizi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Novembre 2019