il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


SANITA' NEL CASALASCO

Pronto soccorso, allarme rosso

Cnc-Vappina: rischio dimezzamento orario del funzionamento se non cambiano i parametri regionali. Flash mob all’Oglio Po: siamo stufi di essere trattati come estrema periferia Sud della Lombardia

Pronto soccorso, allarme rosso

CASALMAGGIORE (10 novembre 2019) - Le rassicurazioni a voce non gli bastano più. I consiglieri di minoranza della lista Casalmaggiore la Nostra Casa-Vappina — Fabrizio Vappina, Pierluigi Pasotto, Mario Daina, Annamaria Piccinelli e Valentina Mozzi — temono che l’ospedale Oglio Po vada verso un depotenziamento del pronto soccorso, con il passaggio dell’apertura da 24 a 12 ore. Lo avevano già detto, lo hanno ribadito ieri con un flash mob all’Oglio Po. E con Pasotto lanciano anche una provocazione: «Siamo stufi di essere trattati come estrema periferia sud della Lombardia. Magari potremmo diventare il Nord dell’Emilia Romagna?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Novembre 2019