il network

Domenica 22 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE. LA REPLICA

Sconti ai consiglieri comunali: "Consuetudine da 30 anni"

Il presidente Afm Marco Ponticelli: "Stop dal 2020"

Sconti ai consiglieri comunali: "Consuetudine da 30 anni"

CASALMAGGIORE (7 settembre 2019) - Il presidente Marco Ponticelli, a nome del Cda, fornisce alcuni chiarimenti in merito alla mozione presentata dal gruppo consiliare Casalmaggiore la nostra casa che chiedeva l’abolizione degli sconti previsti dall’Afm a favore di consiglieri e amministratori comunali. «Si tratta — dice Ponticelli — di una consuetudine, estesa ai dipendenti comunali, in essere presso le farmacie comunali da oltre 30 anni, compreso il periodo di presidenza dell’Afm dell’attuale consigliere capogruppo di Cnc Fabrizio Vappina. È un’operazione commerciale funzionale alla fidelizzazione della clientela, in questo caso dipendenti, amministratori e consiglieri comunali. La consuetudine ultradecennale, per trasparenza, qualche anno fa è stata formalizzata dall’azienda al Comune, sulla falsariga di altre convenzioni stipulate con associazioni di volontariato: un’operazione libera di marketing, insomma». Arriva poi un’altra importante precisazione. «La scontistica del 10% è applicabile sui soli prodotti a prezzo pieno, con ovvia esclusione dei farmaci etici (che non sono scontabili ex lege, ndr) e di tutti i prodotti oggetto di promozioni specifiche; la clientela non rientrante all’interno delle convenzioni in essere, peraltro, può beneficiare della scontistica mediante la richiesta di tessere fedeltà Afm, gratuite per la clientela ma onerose per l’azienda, inserite a luglio 2018 ed entrate a pieno regime quest’anno, che dal 1 gennaio 2020 sostituiranno in toto le convenzioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Settembre 2019

Commenti all'articolo

  • renzo

    2019/09/07 - 14:02

    Moralisti, "moraluzzati "......

    Rispondi