il network

Domenica 22 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

La polemica: «Piante tagliate, mancata la manutenzione»

Mentre continua l’abbattimento di alberi ammalorati (ieri in via Vaghi) tensione sui social. Visioli: il caso della Baslenga già sollevato 15 anni or sono ma nessuno è mai intervenuto

piante tagliate

Le piante svuotate all’interno dagli agenti infestanti

CASALMAGGIORE (6 settembre 2019) - Dopo quello dei 43 pioppi cipressini al Centro sportivo Baslenga, ieri mattina, a cura del Consorzio Forestale Padano, è stato effettuato un altro taglio di piante. In particolare in via Vaghi, nei pressi del Torrione Estense, sono state eliminate tre piante ammalate di Ailanthus. I tronchi, all’interno, erano cavi e dunque pericolosi. L’Ailanthus, secondo le descrizioni scientifiche, è una pianta infestante, molto aggressiva, dalla rapidissima proliferazione, le cui radici si estendono in larghezza fino anche a trenta metri sul suolo.
Intanto, non si placano le polemiche nate dopo l’abbattimento dei pioppi in Baslenga, chiesto dall’Associazione Atletica Interflumina guidata da Carlo Stassano per motivi di sicurezza, dopo che quattro alberi sono caduti (causando danni anche alla palestra). Uno dei contestatori dell’intervento è Andrea Visioli, che ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un articolo de ‘La Provincia’ pubblicato il 5 gennaio 2005, intitolato ‘Non abbattete i pioppi, quelle piante sono sane’, relativo ad un sopralluogo effettuato dall’agronomo Dario Caccamisi, docente dell’Università di Parma. All’epoca Visioli e Stefano Busi, da consiglieri comunali, presentarono una interrogazione dopo che la giunta aveva discusso dell’abbattimento delle piante. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

05 Settembre 2019