il network

Domenica 22 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA STORIA

Da Viadana al Benin: «Ai bimbi orfanotrofi dignitosi»

Il viaggio in Africa della 30enne Eleonora Fabrizio, ingegnere: una struttura da riqualificare e una da realizzare

Da Viadana al Benin: «Ai bimbi orfanotrofi dignitosi»

Eleonora Fabrizio

VIADANA (18 agosto 2019) - Da Viadana al Benin per riqualificare un orfanotrofio. E’ l’esperienza di cui a breve sarà protagonista l’ingegnere Eleonora Fabrizio, 30 anni, originaria di Viadana. La professionista, che oggi si occupa di efficientamento energetico degli edifici, andrà come volontaria nello stato africano, grazie al collettivo di architetti ‘Verso’, formato da alcuni ragazzi che studiavano insieme architettura a Ferrara e ora, per varie ragioni, sono quasi tutti a Bologna. Il viaggio sarà da venerdì 30 a sabato 14 settembre nella città di Ouidah, in prossimità dell’oceano Atlantico. «In questa occasione – spiega – andremo a fare un workshop con maestranze locali per vedere che tecniche costruttive e che materiali usano. Se in Italia progetto usando certi materiali per evitare che una casa si scaldi molto, non è detto che anche in Benin usino quel tipo di materiale. L'occasione è quella di sistemare l’orfanotrofio di Saint Marie de Toligbe esistente ma non completato, e in più faremo un sopralluogo per vedere dove e come si potrà realizzarne uno nuovo». Per il progetto è stata attivata anche una campagna di crowdfunding, con risultati più che lusinghieri. L’obiettivo era di raccogliere 2mila euro e, ad una settimana dalla fine della campagna, grazie a 71 sostenitori, ne sono stati raccolti quasi 2mila e 600. Donando solo 20 euro, ad esempio, si potrà contribuire all’acquisto di una zanzariera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Agosto 2019