il network

Martedì 20 Agosto 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


VIADANA

Rocambolesco salvataggio nel Po, mobilitazione e lieto fine

Il capitano della motonave Stradivari, i meatori dell'Aipo con una imbarcazione e il 118 con l'elicottero riescono recuperare un uomo caduto in acqua

Rocambolesco salvataggio nel Po, mobilitazione e lieto fine

VIADANA (8 agosto 2019) - Rocambolesco salvataggio di un uomo nel fiume Po. Tutti mobilitati per strapparlo dalle acque del Grande Fiume: il capitano della motonave Stradivari, i meatori dell'Aipo e il personale del 118 intervenuto con un elicottero. Attimi concitati, intervento spettacolare a pelo d'acqua e salvataggio riuscito.

E' successo intorno alle 12 di oggi. Un uomo ferma improvvisamente la propria auto in mezzo al ponte tra Viadana e Boretto, scende e senza pensarci due volte si lancia nel fiume. Un volo di quasi una ventina di metri. In questo periodo, però, il Po è in secca e il malcapitato precipita in una zona in cui l'acqua è profonda non più di un metro e mezzo. Una donna che lo seguiva in auto vede tutto, si ferma e inizia a urlare. Nel frattempo, si attiva anche il capitano della motonave Stradivari, Giuliano Landini, in quel momento ormeggiata proprio sotto il ponte. 

Dalla nave parte immediatamente la chiamata alla vicina base Aipo e i meatori (gli addetti a verificare i movimenti del fiume) balzano sulla loro imbarcazione e nel giro di tre quattro minuti raggiungono l'uomo che nel frattempo, arrancando nell'acqua bassa, era riuscito a raggiungere un lembo di sabbia. Fabio Cavalli di Viadana e Rubens Lucchini di Pomponesco mantengono l'uomo tranquillo in attesa dell'arrivo dell'elicottero che nel frattempo si era alzato in volo da Parma. Gli specialisti del 118 stabilizzano il ferito e lo trasportano in ospedale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

08 Agosto 2019