il network

Martedì 20 Agosto 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

Occhio a passare con il rosso, già attivo il vista red

Nella notte è entrato in funzione il dispositivo al semaforo di via d'Azeglio a Vicobellignano

Occhio a passare con il rosso, già attivo il vista red

CASALMAGGIORE (8 agosto 2019) - È entrato in servizio alle 00.01 di oggi, ovvero nella note appena trascorsa, a Vicobellignano, la principale frazione di Casalmaggiore, l’impianto Vista Red installato all’incrocio semaforico tra la provinciale 85 Bassa per Casalmaggiore - che in quel tratto urbano prende il nome di via Massimo D’Azeglio - e la perpendicolare via Dante Alighieri.

Si tratta del dispositivo che in precedenza era collocato al semaforo della provinciale Asolana (via Beduschi) oggi sostituito dalla cosiddetta rotatoria Penny e che la ditta Traffic Technology, su disposizione dell’amministrazione comunale di concerto con la polizia locale, ha ricollocato in un altro punto critico e pericoloso: a quell’incrocio, infatti, in passato si sono verificati diversi incidenti, in qualche caso anche mortali. Da oggi passare con il rosso, o anche con il giallo ‘spinto’ nelle due corsie di via D’Azeglio costerà un verbale di qualche centinaio di euro - da 163 a 652, e la sanzione viene aumentata di un terzo se l’infrazione è commessa nelle ore notturne, dalle 22 alle 7 - e il taglio di sei punti dalla patente. Non corre rischi, invece, chi percorre via Alighieri, che contrariamente a via D’Azeglio non è provinciale ma comunale.

Uno stato di fatto che comunque, a lume di buon senso, lascia qualche perplessità: per chi conosce quell’incrocio fra le abitazioni, e dunque con visibilità scarsa, logica vorrebbe che venisse punito anche chi trasgredisce nella via laterale; in queste condizioni la riduzione del rischio di incidenti è infatti ridotta della metà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

07 Agosto 2019

Commenti all'articolo

  • renzo

    2019/08/08 - 12:12

    In teoria non servirebbe, basta fermarsi, ma purtroppo i "cretini" ci sono sempre.

    Rispondi