il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CASALMAGGIORE

Ai bisognosi la frutta dell'ambulante abusivo

Multa di 3mila euro dalla guardia di finanza. Decine di cassette di prodotti deperibili confiscate e immagazzinate nell’ex Pretura. La merce regalata a San Vincenzo e Tenda di Cristo

Ai bisognosi la frutta dell'ambulante abusivo

CASALMAGGIORE - Un intero carico di frutta e verdura sequestrato in seguito ai provvedimenti presi dagli uomini del nucleo operativo della guardia di finanza di Cremona nei confronti di un venditore ambulante abusivo sarà donato — per il tramite del Comune — a due associazioni benefiche del territorio, la San Vincenzo de’ Paoli e la Tenda di Cristo. L’inedita e curiosa vicenda ha preso le mosse nella tarda mattinata di martedì 12 marzo, quando i finanzieri hanno chiesto a un ventunenne di origine ucraina, residente a Solarolo Rainerio, di mostrare i documenti relativi all’attività di vendita ambulante di frutta e verdura che stava esercitando con un furgone Iveco Daily parcheggiato in fregio alla provinciale Asolana, vicino alla stazione di servizio Total Erg 24H, nei pressi della rotatoria ‘Po’: il giovane, che spesso usufruiva di quella postazione non era in possesso né di licenza né di altri documenti relativi alla merce contenuta nel camion. In pratica, l’attività era svolta totalmente in nero. Inevitabile una pesante contravvenzione amministrativa - tremila euro — e il sequestro dei prodotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Marzo 2019

Commenti all'articolo

  • angelo

    2019/03/14 - 11:11

    ha imparato come funziona in Italia: una Repubblica basata sul "lavoro in nero"... , commercianti, parrucchieri, MEDICI, SPECIALISTI, falegnami, elettricisti, idraulici, muratori. imbianchini, eccetera eccetera eccetera

    Rispondi