il network

Lunedì 17 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

L’anestesista Riccio: 'Io nazista? Diffamazione: querelo Salvatore e Poli'

Riccio direttore di 'Anestesia e Rianimazione' all'Oglio Po

L'anestesista Mario Riccio

CASALMAGGIORE - «Procederò sicuramente con una querela per diffamazione verso i signori Gianfranco Salvatore e Marco Poli di Casalmaggiore (entrambi sono assessori comunali, ndr) autori di una lettera in risposta alla mia annunciata intenzione di fare un’azione di ‘obbedienza civile’ in difesa della legge sulle Dat, le disposizioni di anticipato trattamento, che un emendamento al decreto semplificazione presentato dal Movimento 5 Stelle tendeva a depotenziare». Il dottor Mario Riccio — attualmente responsabile dell’unità operativa di Anestesia e Rianimazione all’ospedale Oglio Po, assunto agli onori delle cronache nazionali per il noto caso di Piergiorgio Welby, consigliere dell’associazione ‘Luca Coscioni’ — spiega: «Quella lettera rispondeva a un articolo pubblicato da ‘La Provincia’ relativo alla mia ‘battaglia contro quell’emendamento, peraltro poi stralciato dal decreto, insieme ad altri, per intervento del presidente della Repubblica Mattarella. La Provincia ha pubblicato la lettera mantenendo le critiche nei miei confronti, cui non mi sottraggo, ma scegliendo correttamente di tagliare un passaggio di chiaro contenuto diffamatorio in cui si associava la mia dichiarazione al, cito testualmente, ‘tristemente famoso programma T4, il programma nazista di eutanasia che prevedeva la soppressione di persone affette da malattie genetiche inguaribili e di portatori di handicap’. Ebbene — prosegue Riccio — una testata online locale, che peraltro non aveva neppure dato la prima notizia, ha scelto invece di pubblicare integralmente l’intervento di Salvatore e Poli, rendendo quel passaggio di dominio pubblico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

19 Febbraio 2019