il network

Martedì 18 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

Ospedale Oglio Po, cardiologia al top

'Bassa mortalità negli infarti'. I dati del Ministero della Salute premiano il reparto diretto dal dottor Carini: «Fondamentale la collaborazione con gli specialisti di Mantova e Cremona»

Ospedale Oglio Po,  cardiologia al top

CASALMAGGIORE - Se si è colti da infarto o da altre patologie cardiovascolari il luogo migliore dove essere ricoverati è l’ospedale Oglio Po. Secondo il Ministero della Salute, infatti, la Cardiologia del nosocomio casalasco si configura come un reparto di indubbia preminenza. Gli indicatori di mortalità per infarto miocardico acuto e per scompenso cardiaco (le principali cause di morte in Italia) risultano al massimo livello di aderenza agli standard di qualità. «I risultati, in termini di bassi tassi di mortalità a trenta giorni dal ricovero, sono stati migliori rispetto alla media regionale. In poche parole i pazienti che vengono seguiti dalla Cardiologia di Oglio Po hanno un’elevata probabilità di sopravvivenza», spiega Massimo Carini, direttore dell’UO Cardiologia di Vicomoscano. La conferma viene, appunto, dai dati recenti pubblicati nel Piano Nazionale Esiti 2018, il programma sviluppato dal Ministero della Salute che fornisce a livello nazionale valutazioni comparative di efficacia, sicurezza ed appropriatezza delle cure.
Grande peso sui risultati hanno la convenzione che l’Oglio Po ha con gli specialisti cardiochirurghi dell’équipe del Carlo Poma di Mantova diretta dal dottor Manfredo Rambaldini e la collaborazione con la Cardiologia del Maggiore di Cremona diretta da Enrico Passamonti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

08 Febbraio 2019