il network

Martedì 23 Luglio 2019

Altre notizie da questa sezione


CASALMAGGIORE. IL CASO

'Negato l'accesso agli atti'. Pasotto chiama i carabinieri in Comune

L'episodio risale a pochi minuti prima delle 12.30 di mercoledì 9 gennaio

'Negato l'accesso agli atti'. Pasotto chiama i carabinieri in Comune

L'auto dei carabinieri davanti al municipio di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE - Mancavano pochi minuti alle 12.30 di mercoledì scorso, 9 gennaio, quando il consigliere comunale di minoranza Pierluigi Pasotto, capogruppo di ‘Casalmaggiore la nostra casa’, è stato visto entrare negli uffici del protocollo comunale in compagnia di un sottufficiale dei carabinieri di Casalmaggiore. I due si sono poi trattenuti per circa un quarto d’ora. Ovviamente in municipio e fuori, dove è stato notato l’arrivo davanti al palazzo di un’auto dell’Arma, la cosa ha suscitato curiosità e mormorii. Intercettate le voci, abbiamo approfondito e verificato la cosa da fonte diretta.
Pasotto, cosa ci faceva con i carabinieri in municipio? «Ho dovuto chiamare il 112 in quanto in più occasioni mi era stato negato l’accesso agli atti dopo che come gruppo avevamo presentato due domande relative a questioni delicate già dibattute in consiglio comunale. Ho fatto intervenire i carabinieri perché potessero constatare in loco quanto stava avvenendo potendo interagire direttamente con l’operatore del Comune».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

11 Gennaio 2019