Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CRONACA

Fase 3: infermieri in piazza a Milano chiedono rispetto

Minuto di silenzio per le vittime del Coronavirus

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

04 Luglio 2020 - 16:16

Fase 3: infermieri in piazza a Milano chiedono rispetto

(foto Ansa)

MILANO (4 luglio 2020) - Un grande striscione giallo campeggia in piazza Duomo con la scritta 'Rispetto'. È quello che chiedono centinaia di infermieri e professionisti della sanità, come tecnici radiologi, tecnici di laboratorio, ostetriche, che si sono radunati in piazza a Milano per chiedere al governo più risorse per la categoria, soprattutto dopo quello che ha dovuto affrontare con l'emergenza Covid. La manifestazione nazionale è stata promossa dal sindacato nazionale della categoria Nursing Up. Gli infermieri sono scesi in piazza con tamburi, fischietti e scandiscono lo slogan «mai più come prima», provengono da tutta Italia ma soprattutto dal centro nord e hanno deciso di manifestare a Milano, capoluogo della Regione più colpita da Covid.

Durante la manifestazione è stato dedicato un minuto di silenzio alle vittime del virus, tra di loro ci sono stati anche infermieri. «Chiediamo al governo, che durante l’emergenza ci chiamava eroi, la creazione di fondi dedicati alla professione infermieristica - ha spiegato Antonio De Palma, Presidente Nursing Up, Sindacato Infermieri Italiani - che consentano di incrementare gli stipendi di almeno 500 euro al mese in via strutturale. Non chiediamo premi perché siamo professionisti ma i nostri stipendi devono essere allineati almeno alla media degli stipendi europei. I nostri sono i più bassi d’Europa».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400