il network

Martedì 10 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


ESTERI

Libia, Serraj: '800 mila verso l'Europa'

Il peggioramento della situazione in Libia potrebbe spingere 800 mila migranti e cittadini libici verso le coste europee e l'Italia, tra loro anche criminali e jihadisti legati a Isis. Lo afferma il premier del Governo di accordo nazionale (Gna) della Libia, al Serraj, appellandosi alla comunità internazionale affinchè non mandi aiuti al generale Haftar. "Dicono che stanno colpendo i terroristi, ma bombardano strutture civili, scuole, aeroporto e ospedali-denuncia- è una guerra contro di noi, una guerra imposta".

15 Aprile 2019