il network

Venerdì 24 Gennaio 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

Gianmarco Tognazzi: 'Le sale dedicate a Ugo chiuse? Dovremmo farci domande sul cinema in Italia'

Il figlio dell'attore cremonese in città nella casa natale del padre adibita a punto vendita dei vini La Tognazza

Gianmarco Tognazzi: 'Le sale dedicate Ugo chiuse?  Dovremmo farci domande sul cinema in Italia'

CREMONA (5 dicembre 2019) - “Più che farci domande sulle sale dell’ex cinema Tognazzi ancora chiuse, dovremmo farci domande sul cinema in Italia, e su ciò che rappresenta per le giovani generazioni”. Gianmarco Tognazzi a ruota libera fra molti volti amici (e l’intera gamma di vini La Tognazza disposta sugli scaffali) stasera nella casa natale del papà Ugo, in via Antica Porta Tintoria.

L’abitazione, oggi adibita a punto vendita dei vini prodotti dalla famiglia Tognazzi, ha aperto le porte alla città per un momento conviviale fortemente voluto da Marianna Zeni, riferimento cremonese per La Tognazza. “Per me tornare qui è sempre un tornare a casa - dice Gianmarco mentre sorseggia il suo calice -. Questa poi è stata la prima casa Natale di Ugo: Marianna ha fatto un grande lavoro di diffusione a livello locale del nostro vino. Come azienda siamo fedeli al carattere di Ugo: al di là delle proprietà in Lazio e della gestione delle terre in Toscana, dove produciamo, seguiamo una vera e propria filosofia di vita. E cioè essere seri nel creare questo prodotto, ma essere poco seri e molto conviviali nel viverlo insieme a quelli che riteniamo non clienti ma amici. Proprio come Ugo col suo pubblico. Un territorio va coccolato, e i cremonesi sono i fratelli più fratelli di Ugo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Dicembre 2019